venerdì, 19 Agosto 2022
HomeSezioniEventiFesta dell’Unicorno 2022: a Vinci...

Festa dell’Unicorno 2022: a Vinci la ripartenza si veste di fantasy

Dopo due anni di stop, torna la Festa dell’Unicorno di Vinci per la sua sedicesima edizione. Oltre 450 eventi e tante novità

-

Pubblicità

Spettacoli e concerti, laboratori e arte di strada, show e animazioni per la Festa dell’Unicorno 2022: la città di Leonardo riapre le porte alla manifestazione di interesse nazionale dedicata al mondo del fantasy con un ricco programma e con tanti ospiti. Le ultime edizioni – 2018 e 2019 – avevano radunato a Vinci oltre quarantamila visitatori, turisti e appassionati all’interno del borgo che, si trasforma nel luogo del magico e del fantastico.

Festa dell’Unicorno 2022: il programma della sedicesima edizione

L’annata 2022 è quella della vera ripartenza: il Comune di Vinci rilancia l’evento fantasy più attrattivo d’Italia dopo due anni di chiusura. Hobbit, elfi, fate e creature fantastiche abiteranno la città per tre giorni, dal 29 al 31 luglio 2022, partecipando a una programmazione densa di attività e suddivisa in nove aree tematiche dislocate nel centro storico. Fantascienza, fumetti, horror, medioevo, fantasy, pirati, oriente e bambini sono i grandi classici, ma per quest’anno ci sono delle novità. La nuova area Steampunk e la Valle del Vapore sono le due principali, entrambe arricchite da un palinsesto movimentato: spettacoli, animazioni e scenografie inedite.

Pubblicità

Tutti i giorni, dalle 21:30 alle 23:00, cento droni luminosi daranno vita a uno show pirotecnico, creando uno scenario suggestivo di immagini e musica. Tra gli ospiti invece, la più attesa è Cristina D’Avena, conosciuta per le numerose sigle e colonne sonore dei cartoni animati. Il festival invita gli appassionati a partecipare alle iniziative del programma, in particolare alle amatissime Gare Cosplay e alla Disfida delle Arti Magiche.

Festa dell’Unicorno 2022: l’Armata è lo show più atteso

La Festa dell’Unicorno inaugura sempre in grande stile. Venerdì 29 luglio, la manifestazione si apre con una spettacolare parata alla quale parteciperanno otre 300 cosplayer. Alle 19:15, i paladini dell’Armata dell’Unicorno partiranno dall’area Pirati tracciando un percorso all’intento della città, tappa per tappa, fino al punto di arrivo sotto le mura del Castello dei Conti Guidi. La partecipazione è gratuita e, per chi fosse interessato, c’è ancora tempo per iscriversi!

La mappa della Festa dell’Unicorno 2022

Festa dell’Unicorno 2022: i biglietti e le aree ristoro

Pubblicità

Per i visitatori, i biglietti saranno acquistabili in loco ma è consigliata la modalità di acquisto online. L’edizione 2022 non prevede alcun tipo di abbonamento, il prezzo intero del biglietto giornaliero è di 12€ (in cassa 15€), il ridotto è di 9€ (in cassa 12€) e sono previste ulteriori riduzioni per i piccolissimi. Per i residenti invece, il costo dell’ingresso è di soli 3€, mostrando un documento d’identità che attesti la residenza.

Le aree ristoro della Festa dell’Unicorno rappresentano un altro elemento davvero originale di questa iniziativa. I luoghi dedicati all’esperienza culinaria sono dislocati all’interno del borgo: i punti-food sono dodici in totale, tutti rigorosamente a tema fantasy con scenografie uniche e creative. Mangiare alla Festa dell’Unicorno significa quindi rendere la propria visita completa. Dalla Taverna dei Cavalieri, alla Tana dell’Elfo, fino al Ristoro dei Pirati, l’offerta della ristorazione è ampia e c’è l’imbarazzo della scelta, che sia per un pranzo, per una cena o per un break al ge-LATO OSCURO.

Aree Ristoro, Festa dell’Unicorno 2022

Il borgo di Vinci: pillole di storia e d’attualità

Pubblicità

Il borgo incantato che ospita la Festa dell’Unicorno fa parte del territorio collinare tra le province di Firenze e Pistoia. Il centro storico di Vinci è tracciato dal perimetro ovoidale delle mura che si estendono longitudinalmente. La pianta assume una configurazione che ricorda quella di un’imbarcazione, provvista del suo albero maestro e del suo trinchetto. Gli ‘alberi’ di Vinci si identificano infatti con le due torri, quella del campanile della chiesa di Santa Croce e quella della Rocca dei Conti Guidi.

Il borgo è conosciuto come paese natale di Leonardo da Vinci e le attrazioni culturali sono principalmente dedicate al legame della cittadina con il celebre artista italiano: la Biblioteca Leonardiana, il Museo Leonardiano e la sua Casa Natale sono alcune delle maggiori. Ma c’è una curiosità interessante. Nel 2006, Piazza dei Guidi è stata protagonista di un intervento di riqualificazione a cura di Mimmo Paladino, classe 1948, artista contemporaneo tra i maggiori esponenti della transavanguardia italiana. Un borgo toscano che merita di essere conosciuto, specialmente nel suo periodo di maggior fermento culturale, quello della grande manifestazione del fantasy dal 29 al 31 luglio 2022. 

Vinci mercato festa unicorno

Pubblicità

Ultime notizie