giovedì, 29 Ottobre 2020
Home Estate Firenze Estate fiorentina “Non ci resta che piangere”...

“Non ci resta che piangere” in piazza del Carmine (gratis)

A 35 anni dall’uscita, il film viene proiettato sulla facciata della chiesa del Carmine, nell’omonima piazza. Previsto anche un incontro con gli autori

-

Silenzio in sala, anzi in piazza… del Carmine: “Non ci resta che piangere” arriva in Oltrarno con una proiezione speciale del film di Roberto Benigni e Massimo Troisi sulla facciata della basilica di Santa Maria del Carmine di Firenze per festeggiare i 35 anni dall’uscita della pellicola.

Appuntamento martedì 17 settembre 2019 per una serata a ingresso gratuito a cui parteciperanno anche gli autori, che verranno intervistati davanti al pubblico. Da ora in poi, ogni anno, la città festeggerà in questo modo un titolo cult legato alla tradizione toscana e fiorentina, annuncia l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi.

I precedenti: cinema al Carmine e in Santo Spirito

Non è la prima volta che le piazze dell’Oltrarno fiorentino vengono trasformate in un cinema all’aperto sui generis: prima di “Non ci resta che piangere”, in piazza del Carmine l’anno scorso è stato protagonista il film “Caruso Pascoski di padre polacco” di Francesco Nuti per celebrare i 30 anni dall’uscita nelle sale. La tradizione è iniziataperò in piazza Santo Spirito nel 2015 con la proiezione sulla facciata di “Amici Miei” per festeggiare i 40 anni della pellicola e i 100 di Mario Monicelli e poi continuata nel 2016 sempre in Santo Spirito con “Il Ciclone” di Leonardo Pieraccioni nel 2016.

Dietro a questi eventi c’è l’associazione culturale Bang! che in collaborazione con il Comune ha organizzato le serate-omaggio.

Piazza Carmine Firenze Oltrarno eventi

Non ci resta che piangere in piazza del Carmine

La serata di cinema in piazza del Carmine inizierà alle ore  21.00 del 17 settembre prima con le interviste agli ospiti e poi con la proiezione di “Non ci resta che piangere” . L’evento, a ingresso libero, vuole celebrare i 35 anni dall’uscita del film nelle sale e ricordare la scomparsa i Massimo Troisi 25 anni fa.

“La filosofia che anima questa iniziativa è la valorizzazione della commedia fiorentina e toscana, un grande patrimonio non solo di Firenze, ma dell’Italia intera serata – ha detto l’assessore alla cultura del Comune di Firenze Tommaso Sacchi – sono certo che sarà una bellissima all’insegna del ricordo e del divertimento in una delle più belle piazze della città con la sua chiesa che farà da schermo per la proiezione del film”.

Ultime notizie

Bonus ristoro 2020: a chi vanno i 1000 euro Inps di ottobre

Dagli stagionali ai lavoratori dello spettacolo: ecco i requisiti per ottenere il nuovo bonus previsto dal "decreto ristoro" a seguito dell'emergenza Covid

Le 4 stagioni per le strade di Firenze e la primavera “senza testa”

Nella Città del fiore si possono vedere raffigurati i simboli delle quattro stagioni dell’anno in almeno tre luoghi.

Sospensione del pignoramento immobiliare della prima casa

Novità dal decreto ristori per le procedure esecutive immobiliari che riguardano le abitazioni principali

Come richiedere i contributi a fondo perduto del Decreto ristori

Col Decreto ristori arrivano nuovi contributi a fondo perduto per le imprese colpite dalle chiusure: codici Ateco, coefficienti e requisiti