martedì, 20 Ottobre 2020
Home Rubriche Una voce poco fa Torna La rondine di Puccini...

Torna La rondine di Puccini al Teatro del Maggio Fiorentino

La stagione lirica del teatro fiorentino continua, dopo il successo del Rinaldo, con "La Rondine" di Giacomo Puccini

-

La stagione lirica 2019/2020 del teatro fiorentino continua, dopo il successo del Rinaldo, con La rondine di Giacomo Puccini, titolo scritto dal maestro lucchese tra il 1913 e il 1915 e messo in scena per la prima volta al Grand Théâtre de Monte Carlo nel 1917.

Il libretto di Adami racconta la storia di Magda, una giovane donna che vive a Parigi mantenuta dal ricco banchiere Rambaldo. Inaspettatamente la sua routine viene sconvolta dall’incontro con il giovane Ruggero, nel quale pensa di aver trovato il vero amore. Per lui lascerà Rambaldo e gli agi della vita parigina, e i due scapperanno in una sorta di fuga d’amore in Costa Azzurra. La protagonista però, di fronte alla prospettiva di un matrimonio con Ruggero e di una vita tranquilla in campagna con tanto di prole, capisce che quell’amore che credeva eterno inizia a vacillare e che l’illusione di una vita idilliaca lontano da tutti è appunto soltanto un’illusione. Decide allora, non senza qualche sforzo, di lasciare la Costa Azzurra, dove era volata come una rondine, e Ruggero e di tornare alla sua vecchia vita a Parigi. La storia ricorda in qualche modo quella di Violetta in La traviata, ma qui la protagonista è una donna molto più moderna, e anche molto diversa dalla precedenti eroine pucciniane, che colpisce per la sua indipendenza e per la capacità di non subire gli eventi ma di essere, nel bene e nel male, l’artefice del proprio destino.

L’opera, inizialmente concepita come operetta e poi trasformata dal compositore in una vera e propria commedia lirica, è caratterizzata musicalmente da molti ritmi ballabili, primo fra tutti il valzer, cuore del secondo atto, ma anche da richiami al fox-trot, al one-step e al tango, melodie che in quegli anni iniziavano a diventare popolari in Europa e che la rendono assai godibile anche per un pubblico meno avvezzo al genere lirico.

La produzione del Maggio Musicale Fiorentino

L’allestimento del Maggio Musicale Fiorentino è lo stesso proposto, con successo, tre anni fa. Lo spettacolo rimane godibile nonostante le modifiche che Denis Krief, a cui si devono regia, scene, costumi e luci, ha dovuto apportare, specialmente nel secondo atto, alla scene originariamente più affollate per ottemperare alle normative di sicurezza e di distanziamento dovute all’emergenza covid.

La direzione è stata affidata a Marco Armiliato che avevamo visto condurre l’orchestra del Maggio qualche mese fa in una serata in “streaming” dedicata a Verdi. Questa volta abbiamo potuto apprezzare, finalmente dal vivo, il direttore genovese considerato uno dei più autorevoli direttori d’opera odierni e spesso ospite nei più prestigiosi teatri d’opera del mondo. Armiliato ha diretto con gesto energico l’orchestra in un’esecuzione impeccabile capace di esaltare la qualità del cast vocale.

Al loro debutto fiorentino con due ottime prove anche i due protagonisti: Ailyn Pérez (Magda) che vanta una carriera internazionale nei più importanti teatri d’opera del mondo, e Dmytro Popov (Ruggero) tenore ucraino arrivato alla ribalta internazionale nel 2013 interpretando Rodolfo nella Bohème alla Royal Opera House. Brillante anche le prova dell’altra coppia, quella comica, Francesco Castoro nel ruolo del poeta Prunier e Roberta Mameli in quello della cameriera Lisette. Protagonista del secondo atto il Coro del Maggio del Musicale Fiorentino che come d’abitudine non delude.

Le impressioni delle galleria

Nonostante la riproposizione di un titolo e di una regia visti non molto tempo fa, gli storici abbonati della galleria hanno accolto con entusiasmo la prima de La rondine. Molto apprezzato il cast vocale, con un’ovazione per la Pérez, e la direzione. Si replica venerdì 25 e martedì 29 Settembre alle 20:00 e domenica 27 alle 15:30.

Ultime notizie

La nuova giunta regionale toscana: gli assessori di Giani, i nomi

Il neo governatore Eugenio Giani annuncia gran parte della sua squadra: l'ottavo nome per la giunta arriverà tra pochi giorni. Eletto anche il presidente del Consiglio regionale

Smart working, pubblica amministrazione e privati: fino a quando? Le regole

La legge rilancio, lo stato di emergenza e i nuovi decreti del governo: il punto sulla proroga del lavoro agile per il pubblico impiego e le regole per i dipendenti del settore privato

Eredità delle donne 2020: l’evento di Serena Dandini alla Manifattura Tabacchi

Dal 23 al 25 ottobre torna in città la manifestazione che racconta il mondo attraverso gli occhi delle donne

Come fare il tampone in Toscana e come si prenota online

Prenotazioni e referti anche via web, in arrivo i test rapidi per i ragazzi delle scuole: le novità in Toscana