venerdì, 12 Agosto 2022
HomeSezioniSportLa favola del Bisonte Azzurra...

La favola del Bisonte Azzurra San Casciano continua

Bisonte San Casciano-Soverato

-

Pubblicità
Due indizi fanno una prova? Troppo presto per dirlo, ma la prova di forza con cui Il Bisonte Azzurra San Casciano supera in scioltezza il Soverato fa ben sperare per il futuro. Intanto le prime due giornate hanno portato sei punti in classifica, e il valore della squadra sembra davvero molto alto, tanto che Vannini, che continua la sua striscia di imbattibilità (nove vittorie su nove da allenatrice con due soli set persi), ha una serie infinita di alternative da poter utilizzare a partita in corso. 
L’allenatrice de Il Bisonte deve fare a meno di Floriana Bertone, infortunatasi a una mano in settimana, e al suo posto schiera Silvia Giovannelli (protagonista di una grande partita), con Mastrodicasa altra centrale, De Lellis in palleggio, Biccheri opposto, Bianchini e Ward in banda e Lussana libero. Breviglieri risponde con il sestetto tipo, con Galeotti in palleggio, Jaline opposto, Nikolova e Francesca Moretti bande, Diomede e Travaglini centrali e Jessica Moretti libero. L’inizio è subito di marca azzurrina, con l’8-5 sancito dal muro di Mastrodicasa, poi Nikolova rimette in partita le calabresi (10-10), ma l’Azzurra risale 21-17. Qui qualche problema in ricezione porta Soverato sul 20-21, il che convince Vannini a inserire Pietrelli per Ward: il cambio ha il suo effetto, Bianchini piazza due ace dei suoi (23-21) e Il Bisonte può chiudere 25-21. Nel secondo set parte meglio Soverato, ma rientra Pietrelli e si scatena, portando la squadra sul 10-8: l’Azzurra sembra in controllo, ma un piccolo momento di disattenzione, e la crescita di Jaline, valgono il controsorpasso (17-19). Rientra Ward, è ancora Jaline a dare il 20-22 e poi il primo set point a Soverato: ma le azzurrine non mollano, annullano tre palle set e poi chiedono con un ace di Biccheri e il muro di Mastrodicasa. Nel terzo Vannini cambia formazione, spostando Bianchini opposto e schierando in banda Ward e Pietrelli: sul 2-2 Breviglieri toglie invece Jaline, forse la più pericolosa delle calabresi, per inserire Boscacci, e sembra una buona mossa, visto che Soverato sale 2-6. L’Azzurra però pareggia subito, e dal 10-10 un turno in battuta di De Lellis (con due ace) produce il break decisivo (16-10): nel finale c’è spazio anche per Savelli in difesa al posto di Ward, Breviglieri le prova tutto reinserendo Jaline e buttando dentro Fastellini, ma Pietrelli, Mastrodicasa e Bianchini sono implacabili e la favola de Il Bisonte può continuare. 
IL BISONTE AZZURRA SAN CASCIANO 3 
SOVERATO 0 
IL BISONTE AZZURRA SAN CASCIANO: Mastrodicasa 6, Bianchini 15, Mazzini ne, Giovannelli 7, Lussana (L), Savelli, Pietrelli 6, Biccheri 6, Bertone ne, Ward 12, De Lellis 3. All. Vannini. 
SOVERATO: Nikolova 5, Russo, Moretti J. (L), Boscacci 2, Cecato ne, Fastellini 1, Diomede 9, Galeotti 1, Jaline 10, Mancuso ne, Travaglini 8, Scalise ne, Moretti 12. All. Breviglieri. 
Arbitri: Somansino – Ferriozzi. 
Parziali: 25-23, 28-26, 25-16. 
Note – durata set: 30’, 33’, 25’; muri punto: Il Bisonte 7, Soverato 11; ace: Il Bisonte 6, Soverato 4.
Pubblicità

Ultime notizie