giovedì, 21 Ottobre 2021
HomeSezioniSportLa Fiorentina espugna Catania

La Fiorentina espugna Catania

Orizzonte Catania-Fiorentina Waterpolo

-

Tanto equilibrio all’inizio con due squadre che si temono e cercano di sfruttare eventuali errori. Ma l’equilibrio viene spezzato già nel secondo tempo mostrando un Orizzonte assai dimesso. Fiorentina più spavalda e concreta con la Dravucz a guidare l’attacco e la Gigli molto attenta tra i pali. Nella squadra di Formiconi poca lucidità in avanti, con la Gil che non viene servita a dovere, e poche entrate felici a rompere l’attenta zona predisposta da De Magistris. Primo periodo che termina sull’1-1 grazie alle reti della Colaiocco e della Gil che insacca alle spalle della Gigli dopo un bel passaggio della Bosello. Nel secondo tempo la Fiorentina allunga prima con una bella rete della Lavorini e poi con due penalty che la Dravucz non fallisce. E’ la svolta del match.  Dopo il primo rigore dell’ungherese l’Orizzonte ha l’opportunità di recuperare quando, a seguito di un fallo della Fagioli l’arbitro Rotunno decreta un rigore che Tanya di Mario spreca facendoselo parare dalla Gigli. Passano pochi secondi e la Musumeci commette fallo. Il rigore viene però segnato dalla Dravucz. Si va al cambio di campo con la Fiorentina che conduce per 5-2 e le fiorentine dilagano nel terzo periodo prima con Allegra Lapi e poi la Biancardi, bravissima a sfruttare una superiorità numerica (7-2). Nell’ultimo periodo il timido risveglio delle etnee. La Miceli accorcia le distanze (7-3) poi la Casanova si procura un rigore che la Biancardi spreca tirando sulla traversa. La squadra di Formiconi si riporta sotto: prima la Di Mario segna ancora su rigore poi la Ragusa riduce lo svantaggio a –2. Ma il recupero delle siciliane viene spezzato dalla Frassinetti, in superiorità numerica, e dalla Lavorini, tripletta per lei alla fine, che porta le gigliate sul 9-5 finale. Fiorentina ora prima in classifica con 27 punti, tre in più dell’Orizzonte.

“Sono contentissimo – ha commentato Gianni De Magistris al termine della gara – perché abbiamo giocato una grande partita e l’abbiamo vinta grazie una difesa praticamente perfetta. Tutta la squadra ha giocato molto bene e la Gigli ha disputato un grandissimo match; del resto, far segnare a Catania soltanto due reti in tre tempi mi sembra un dato eloquente. Soltanto sul 7-5 abbiamo avuto un po’ di paura di vincere, ma poi abbiamo reagito alla grande. Ad onor del vero – ha concluso il coach fiorentino – devo dire che il divario tra le due squadre non è questo; la Fiorentina ha trovato la partita perfetta, mentre Catania non ha giocato certamente la sua miglior partita”.

Sfortunata la Rari Nantes Florentia al Foro Italico. La Roma vince di misura, 8-7, con una prodigiosa rimonta nell’ultimo periodo. Prima vittoria per le capitoline che hanno evidenziato qualche pecca nella squadra di Ferri. Tripletta per la Masip tra le Rarigirl, dell’Abbate per la Roma.

Ultime notizie