venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniSportPer il calcio femminile sabato...

Per il calcio femminile sabato il Derby dell’Appennino

-

La partita si gioca in gara secca e chi passa, (eventualmente dopo i supplementari e i rigori), accede direttamente alla Final Six di Coppa Italia, in programma in un concentramento unico a fine stagione con sede ancora da definire.

Per la squadra granata, quinta nel campionato di serie A con ancora due partite da recuperare, la competizione rappresenta l’occasione per riscattare una stagione in fin qui tutto sommato positiva, anche se caratterizzata da qualche passo falso con le squadre prime della classe.

Sarà anche una sorta di derby dell’Appennino, anche perché nelle fila della Reggiana militano tre giocatrici toscane, due delle quali hanno giocato in tempi recenti nel Firenze: si tratta della centrocampista viareggina Betty Spina e del difensore esterno pratese Sara Colzi. La quarratina Silvia Baldi, invece, jolly di centrocampo e difesa, è stata spesso accostata negli anni passati alla squadra fiorentina nelle trattative di mercato. Tutto da verificare l’assetto tattico delle granata, che potrebbero tornare a schierare in attacco l’attaccante principale, la spagnola Angels Parejo, 11 reti all’attivo finora nelle in 11 partite di serie A disputate, capocannoniera della squadra, lasciata a riposo sabato col Chiasiellis; e non è escluso che il tecnico della Reggiana Milena Bertolini decida di cambiare i ruoli tattici proprio delle due ex, riportando la Spina a ridosso delle punte e la Colzi (reinventata dalla Bertolini esterno basso) nel suo vecchio ruolo di esterno alto per dare più peso all’attacco.

Sia la Reggiana che il Firenze recupereranno una giocatrice, ma solo a partire da giovedì: di rientro dalla Nazionale maggiore che sta disputando il torneo di Cipro con all’attivo nel girone preliminare una sconfitta con la Nuova Zelanda (0-1), un successo con la Scozia (2-0) e il pareggio per 1-1 con l’Olanda (che ha rimontato a 13 minuti dalla fine). In quest’ultima gara ha giocato nel finale anche la granata Laura Neboli, che è rimasta in panchina negli altri due match, mentre per quanto riguarda la convocata fiorentina, Alia Guagni, è rimasta in tribuna in tutti e tre i match fin qui disputati dalle azzurre. L’Italia ha chiuso così al terzo posto del girone e mercoledì alle 13 italiane giocherà la finalina per il quinto e sesto posto con l’Inghilterra.

Ultime notizie