Calcio e nuoto, danza e rugby, pallavolo e atletica:  tante discipline per i corsi dedicati ai bambini, alle bambine e alle madri ospiti delle strutture di accoglienza dell’Istituto degli Innocenti di Firenze. È quanto previsto dal protocollo d’intesa firmato dall’Istituto e dal Comitato regionale della Toscana del Centro Sportivo Italiano.

L’accordo, che ha una durata di due anni, vuole promuovere attività sportive e motorio-ricreative a favore dei bambini e delle madri degli Innocenti, con proposte “su misura” pensate in base all’età dei bi,bi, ma anche alle loro predisposizioni e preferenze, come dei bisogni specifici di tutti gli ospiti delle case di accoglienza.

Cosa prevede l'accordo

Il CSI Toscana mette a disposizione educatori, allenatori, esperti e coinvolge le società sportive affiliate per l’utilizzo di impianti e strutture, mentre l’iniziativa si concretizza grazie all’assessorato al Diritto alla salute, al welfare e all'integrazione socio-sanitaria della Regione Toscana che sostiene da tempo, a livello finanziario, le iniziative del CSI Toscana.

Istituto Innocenti  Csi

La firma dell'accordo

Le attività sportive possono essere svolte sia all'interno che all'esterno dell'Istituto, con cadenza settimanale e per una durata massima di 4 ore, secondo un calendario da concordare in base alle esigenze dei bambini. Questo protocollo è l’inizio di una collaborazione tra l’Istituto degli Innocenti e il CSI Toscana che si impegnano anche a promuovere iniziative congiunte per la diffusione dello sport e del gioco inteso come educazione alla vita e alla promozione del benessere in favore dei bambini e dei ragazzi di Firenze.