martedì, 16 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeDove andare e cosa vedereCosa fare a Firenze quando...

Cosa fare a Firenze quando piove (con bambini annoiati)

Piccola guida per famiglie con bambini alla ricerca di passatempi per trascorrere una giornata di pioggia a Firenze

-

- Pubblicità -

Che le mezze stagioni siano solo un lontano ricordo è cosa arcinota, ma siccome le giornate di brutto tempo e pioggia possono accomunare (quasi) tutti i periodi dell’anno a prescindere dalla temperatura, si pone il problema di cosa far fare a Firenze ai bambini quando piove e dove portarli.

Dalle pozze di Boboli al musei divertenti di Firenze: cosa fare con i bambini quando piove

Le alternative sono tante, basta armarsi di un po’ di pazienza, indossare un bel paio di stivali di gomma e il gioco è fatto. Se piove a Firenze, i bambini più temerari potranno ad esempio vivere una delle esperienze più belle in assoluto, ovvero andare al Giardino di Boboli e saltare nelle pozzanghere tra fontane, siepi profumate e viali alberati. Chissà che non fosse un passatempo apprezzato anche dai rampolli di casa Medici nei secoli passati. Stessa ebbrezza può essere provata anche in altri giardini e parchi, come ad esempio al Parco delle Cascine ma il risultato in termini di soddisfazione (e soprattutto di foto ricordo) probabilmente non sarebbe lo stesso.

- Pubblicità -
Cosa fare a Firenze con i bambini quando piove
Museo de La Specola – Courtesy ufficio stampa

Rimanendo in Oltrarno, a poca distanza da Boboli, il posto ideale per portare i bambini quando piove a Firenze, può essere il Museo de La Specola, fresco di riapertura dopo i lavori di riallestimento e restauro durati diversi anni. Il museo zoologico di Firenze, inaugurato per la prima volta nel 1775 come “Imperiale e Reale Museo di Fisica e Storia Naturale”, ha un fascino speciale. Le sue collezioni zoologiche con animali di tutto il mondo (circa 4.600 esemplari), a cui si aggiungono le cere anatomiche settecentesche, le cere botaniche e la preziosissima collezione di minerali lasciano a bocca aperta grandi e piccini, con il risultato assicurato di far scordare almeno per un po’ il maltempo e la pioggia battente.

Musei per tutti i gusti, in caso di piogga a Firenze sono l’ideale

Se quello che si vuole è stupire i bambini in una giornata di pioggia, i musei di Firenze offrono varie alternative, alcune delle quali vale davvero la pena prendere in considerazione:

- Pubblicità -
  • Il Museo Stibbert, fuori dal centro storico in zona Rifredi, con la sua preziosa collezione di armature (tra cui una bellissima selezione di armature giapponesi, tra le più importanti al mondo);
  • Il Museo di Geologia e Paleontologia (zona piazza San Marco) dove passeggiare tra scheletri di mammut e riproduzioni di dinosauri;
  • Il Museo Archeologico Nazionale di piazza Santissima Annunziata, dove sentirsi – e in una giornata di pioggia a Firenze è l’ideale – come un novello Indiana Jones tra mummie egizie e reperti etruschi

Ma oltre ai musei storici, dal fascino sempiterno, da non perdere, amatissimo dagli appassionati di selfie, c’è un altro museo da tener presente per una giornata di pioggia a Firenze da passare insieme ai bambini (di tutte le età), ovvero il Museo delle Illusioni (Borgo Albizi), dove, tra un set disegnato e una stanza capovolta si potrà far collezione di scatti memorabili (e ricordi divertenti).

E ancora, un altro posto perfetto per trascorrere il tempo di un acquazzone, è il Museo HZero, vicino piazza Santa Maria Novella, che ospita uno dei plastici ferroviari più grandi d’Europa, con i suoi 280 metri quadrati di superficie.

- Pubblicità -
Cosa fare a Firenze quando piove_ Museo HZero
Museo HZero – Courtesy ufficio stampa Opera Laboratori Fiorentini

Se l’esperienza nei musei non è ancora sufficiente e quello che si cerca è un laboratorio che tenga i bambini impegnati mentre fuori piove a dirotto, allora l’ideale è prenotare uno delle tante iniziative e workshop – suddivisi per fasce d’età – organizzate nei Musei Civici di Firenze (come Palazzo della Signoria, Museo Novecento e Palazzo Medici Riccardi) da MUS.E. Dalla storia della tartaruga con la vela a quella dell’iris simbolo di Firenze, passando per i percorsi segreti di Palazzo Vecchio e le visite tematiche. Ce n’è per tutti i gusti.

Biblioteche e giocattoli, perdersi tra le pagine e i balocchi quando fuori c’è un temporale

In alternativa, quando fuori piove, i bambini più “topini da biblioteca” troveranno pane per i loro dentini alle Oblate, in via dell’Oriuolo nel pieno centro di Firenze, biblioteca che offre una ricca sezione per i più piccoli (oltre a un bel bar con terrazza con vista sulla cupola del Duomo, dove fare una merenda o un aperitivo) oppure alla Biblioteca dei ragazzi (via Tripoli, zona piazza Santa Croce), fresca di riapertura, con una selezione di volumi appositamente selezionato per un pubblico dai 2 ai 16 anni.

Se sono i libri quello che si sta cercando, Firenze ha anche una selezione di bellissime librerie per ragazzi, perfette per trascorrere un po’ di tempo in una giornata uggiosa. In pieno Oltrarno si trova Todo Modo DiLà (via dei Serragli), nel cuore del quartiere più periferico dell’Isolotto c’è Farollo e Falpalà che organizza anche laboratori ed eventi per più piccoli, mentre a Firenze sud I nani pittori (piazza Dresda) hanno anche un interessante programma di eventi collaterali che va dagli spettacoli teatrali ai workshop per bambini.

Occhi aperti sul programma in un’altra libreria, Giunti Odeon, che ha aperto a fine 2023 nella sede dello storico Cinema Odeon di Firenze, in piazza Strozzi, una delle più belle e antiche sale della città. Oltre alla ricca offerta di volumi, i bambini annoiati dalla pioggia troveranno in questo luogo un posto perfetto per godere di un bel film proiettato sul grande schermo (gratuitamente, ma senza popcorn) mentre i genitori sfogliano un libro alla ricerca dell’ispirazione per la prossima lettura. Giunti Odeon infatti offre spesso e volentieri corto e lungometraggi per bambini selezionati tra i più belli e acclamati dalla critica.

cinema odeon firenze libreria giunti
La Libreria Giunti Odeon

Rimanendo in centro infine, se quel che si cerca è un vero e proprio paradiso per amanti del balocco, si può fare un salto da Dreoni, in via Cavour, il negozio di giocattoli più antico della città, con ben 100 anni di storia alle spalle. Trenini, bambole, transformer, costruzioni, puzzle, miniature e chi più ne ha più ne metta: un paese dei balocchi in piena regola, fornitissimo e con un fascino straordinario. La difficoltà a quel punto sarà trascinare via i bambini quando la pioggia avrà smesso di cadere e il sole sarà tornato a splendere sulle strade e nelle piazze di Firenze.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -