Restauro Biancone Firenze festa piazza Signoria

Una serata per celebrare la fine del restauro del “Biancone” . La famosa fontana del Nettuno di piazza della Signoria a Firenze, con il suo aspetto ripulito da decenni di smog e intemperie, si presenta alla città in una data simbolo: lunedì 25 marzo 2019, giorno in cui viene festeggiato il Capodanno fiorentino, il Comune ha organizzato una festa per dare il benvenuto al nuovo “look” dell’opera di Ammannati.

La festa in piazza della Signoria

Appuntamento dalle ore 20.30 davanti Palazzo Vecchio con l’evento “E nel marmo e nel bronzo mise acqua e fuoco”, che prevede uno spettacolo di teatro, acrobazie, immagini, suoni e luci a cura del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. L’appuntamento è collegato al programma di iniziative che commemorano i 500 anni dalla nascita di Cosimo I de Medici, il granduca che affidò a Bartolomeo Ammannati nel 1559 la costruzione della fontana del Nettuno.

Il restauro del Biancone

Il restauro è durato più di 2 anni: iniziato nel febbraio del 2017 a causa del  deterioramento del monumento da parte di acqua e agenti atmosferici, è stato finanziato dalla maison Salvatore Ferragamo  grazie all’art bonus con un milione e mezzo di euro.

Gli interventi hanno permesso di ripulire tutti marmi e i bronzi, di consolidare il monumento e di sostituire varie parti dell’impianto idraulico e dei giochi d’acqua. Durante il restauro le 9 statue bronzee alla base della fontana, raffiguranti ninfe, fauni e satiri, sono state trasportate in un laboratorio specializzato, mentre per alcuni mesi il Biancone è rimasto coperto per consentire le operazioni degli esperti. Giovedì 21 marzo è iniziato lo smontaggio delle impalcature intorno al monumento.

Leggi anche: chi rischiò di affogare nella fontana del Biancone

Il Capodanno Fiorentino

La festa per la fine del restauro del Biancone si aggiunge al calendario di eventi previsti ogni anno per il Capodanno fiorentino, che coincide con le celebrazioni religiose per l’Annunciazione. Fino al 1750 il primo giorno del calendario civile fiorentino era fissato nella data di quello che oggi, secondo il calendario gregoriano, è il 25 marzo. La rievocazione prevede come ogni anno anche un corteo storico per le vie del centro. In questo articolo vi spieghiamo nel dettaglio perché il Capodanno fiorentino si festeggia a marzo.