martedì, 27 Settembre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaQuando si possono togliere le...

Quando si possono togliere le mascherine e dove si deve usare l’Ffp2

Cosa succede dal 1 aprile per l'obbligo di mascherine al chiuso, a scuola e in ufficio e dove resta obbligatoria l'Ffp2

-

Pubblicità

Cosa succede dopo il 1 aprile con le nuove regole e da quando si possono togliere le mascherine al chiuso, a scuola, in ufficio e in tutti gli altri luoghi? E cosa cambia per l’obbligo della mascherina Ffp2: dove si deve usare? Con l’allentamento delle restrizioni anti-Covid in molti si interrogano sulle sorti dei dispositivi di protezione, un simbolo della pandemia. Ebbene, la data in cui toglieremo la mascherina al chiuso con la fine dell’obbligo ancora non è stata fissata, ma ci sono buone probabilità di modifiche delle regole a partire dal 1 maggio.

Dal 1 aprile non si possono togliere le mascherine al chiuso, a scuola e in ufficio

Secondo il decreto riaperture 2022, dal 1 al 30 aprile resta in vigore l’obbligo di indossare la mascherina al chiuso, inoltre in particolari situazioni, è obbligatoria l’Ffp2 (che ad esempio si deve continuare a usare sui mezzi pubblici e allo stadio). Di fatto il provvedimento proroga le regole fin qui in vigore per quanto riguarda i dispositivi di protezione delle vie respiratorie, mentre viene rimodulato l’obbligo di green pass (qui cosa cambia dal 1 aprile).

Pubblicità

Quindi almeno fino al 30 aprile 2022 le mascherine vanno indossate in tutti i loghi al chiuso diversi dalle abitazioni private, anche a scuola e in ufficio: si possono togliere in discoteca ma solo quando si balla, al cinema o allo stadio per mangiare pop corn o bere bevande e ovviamente quando si consuma nei ristoranti e bar al chiuso. Inoltre l’obbligo della mascherina scatta quando c’è il rischio di assembramenti e quando si assiste a spettacoli o eventi sportivi all’aperto.

Confermate anche le eccezioni, ecco quando si possono togliere le mascherine:

  • nelle abitazioni private
  • quando è “garantito in modo continuativo l’isolamento da persone non conviventi“, si legge nel decreto
  •  quando si fa sport
  • per comunicare con persone disabili che hanno necessità di leggere il labiale.
Pubblicità

Inoltre l’obbligo non è previsto per i bambini sotto i 6 anni e per le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina.

Mascherina Ffp2 obbligatoria: dove si deve usare dal 1 al 30 aprile

Fino al 30 aprile inoltre viene confermato l’obbligo di indossare le mascherine Ffp2 in particolari luoghi al chiuso e all’aperto, come al cinema, a teatro, allo stadio, in aereo e sul bus: ecco in sintesi dove si deve continuare a usare.

  • mezzi di trasporto a lunga percorrenza (arei, navi, traghetti, treni, pullman)
  • mezzi pubblici locali (autobus, tram, metro, treni regionali, scuolabus)
  • impianti di risalita chiusi con cupole paravento
  • se si assiste a spettacoli al chiuso o all’aperto (teatri, cinema, sale da concerto, locali di intrattenimento)
  • allo stadio e se si assiste a eventi sportivi
Pubblicità

Dal 1 aprile resta l’obbligo di indossare la mascherina a scuola, dove è sufficiente quella chirurgica, mentre l’Fffp2 è obbligatoria nel caso di contatti stretti con un contagiato. Infatti per chi ha avuto contatti con un positivo al Covid scatta l’autosorveglianza: deve controllare il proprio stato di salute e indossare la mascherina Ffp2 per 10 giorni. Questo succede anche a scuola nel caso di contagi in classe: gli alunni positivi restano a casa in isolamento, per gli altri non è prevista più la quarantena e possono fare lezione in presenza con mascherine Ffp2.

Da quando si possono togliere le mascherine al chiuso: dal 1 maggio?

Le regole sui dispositivi di protezione scadono come detto il 30 aprile, ma non è ancora scontato che dal 1 maggio 2022 tireremo giù la maschera. Il Ministro della Salute Roberto Speranza nei giorni scorsi ha chiarito che il governo tornerà a esaminare la situazione durante il mese di aprile e valuterà se togliere l’obbligo delle mascherine al chiuso da maggio. “Siamo in una situazione diversa, grazie ai vaccini, e possiamo guardare al futuro con fiducia”, ha detto intervenendo alla trasmissione tv “Che Tempo Che Fa” su Rai 3.

Pubblicità

Ultime notizie