martedì, 27 Settembre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaCosa cambia dal 1 aprile...

Cosa cambia dal 1 aprile 2022: green pass, negozi, lavoro under 50, hotel

Il governo decide la road map per rimodulare e allentare progressivamente le restrizioni anti-Covid: cosa cambia dal 1 aprile 2022, le novità per lavoro, negozi, sport, mezzi pubblici, under e over 50

-

Pubblicità

Il green pass dal 1 aprile 2022 sarà rimodulato e arriveranno le prime novità per ristoranti, bar, negozi, luoghi all’aperto e mezzi pubblici, la mascherina al chiuso resterà per un altro mese, mentre il certificato verde base sarà ancora necessario agli under 50 per andare al lavoro. È quanto emerso dal Consiglio dei ministri del 17 marzo che ha approvato all’unanimità il nuovo decreto legge Covid, tracciando la road map per allentare progressivamente le restrizioni legate alla pandemia, dopo che il 31 marzo non sarà rinnovato lo stato di emergenza per il Covid. Vediamo cosa cambia per il green pass dal 1 aprile.

Dopo il 31 marzo 2022 fine dello stato di emergenza per il Covid

Il presidente del Consiglio Mario Draghi lo aveva annunciato più volte: il governo non varerà una proroga dello stato di emergenza per il Covid, che quindi cesserà dopo il 31 marzo 2022, il green pass però resterà in vigore fino al 30 aprile, anche se rimodulato.  In sostanza, senza il rinnovo della procedura emergenziale, dal 1 aprile decade il sistema delle regioni colorate (zona bianca, gialla, arancione e rossa).

Pubblicità

Sarà sciolto il Cts, il comitato tecnico scientifico sul coronavirus (ma resteranno alcuni consulenti per il governo) e sarà sospesa l’attività della struttura commissariale per l’emergenza guidata da Francesco Figliuolo.

Cosa cambia dal 1 aprile 2022 per il green pass: regole in negozi, ristoranti, hotel, palestre

Il nuovo decreto Covid stabilisce cosa succede dopo il 1 aprile 2022 e cosa cambia dal 1° maggio per quanto riguarda l’obbligo di green pass. Già dallo scorso 10 marzo sono possibili le visite in ospedale ai parenti, per 45 minuti al giorno, se muniti di super green pass e con terza dose, e sono tornati i popcorn e le bibite al cinema e negli stadi.

Fino a quando serve il green pass: attività all’aperto, negozi, posta e mezzi pubblici

Pubblicità

Dal 1 aprile cambia il quadro di regole per i luoghi all’aperto, con uno stop all’obbligo del green pass ai tavoli esterni di bar o ristoranti, per lo sport all’aperto (ma nelle palestre al chiuso rimarrà il certificato verde rafforzato). Non servirà più il green pass in negozi, centri commerciali, parrucchieri ed estetisti, hotel e strutture ricettive, sagre e fiere, musei e mostre, spettacoli all’aperto e per salire sui mezzi pubblici locali, come bus, tram, metro e treni regionali (resta l’obbligo di mascherina Ffp2). Diverse le regole fino al 30 aprile per i trasporti a lunga percorrenza (vedi sotto).

Green pass base dal 1 aprile, anche per ristoranti e bar al chiuso

Con la pubblicazione del nuovo decreto legge riaperture 2022 in Gazzetta Ufficiale arriva una novità per i bar e ristoranti al chiuso dove dal 1 aprile non servirà più il green pass rafforzato, ma basterà quello base. Inizialmente era stato ipotizzato di prevedere un allentamento solo i turisti stranieri. Sarà sufficiente il tampone negativo anche per salire sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza, come arei, navi, treni da alta velocità o intercity con mascherina Ffp2. Il green pass base sarà necessario anche per andare allo stadio (la capienza sale al 100% ma serve la mascherina), per assistere a eventi sportivi, partecipare concorsi pubblici, mangiare nelle mense aziendali e fare visite in carcere. Dal 1° maggio non ci saranno più restrizioni.

Super green pass, dove c’è l’obbligo dal 1 al 30 aprile: palestre

Pubblicità

Dal 1 al 30 aprile 2022 non cambiano le regole per le attività più a rischio contagio e quindi resta il super green pass in: cinema; teatri; centri benessere, palestre e  piscine al chiuso; sale gioco; discoteche (capienza al 100%); feste al chiuso; congressi; centri culturali, sociali e ricreativi per le attività al chiuso; eventi sportivi al chiuso. Come detto, a differenza di quanto annunciato inizialmente, per andare al ristorante e al bar non servirà più il super green pass, ma quello base.

Green pass base al lavoro dal 1° aprile per under 50 e over: fino a quando l’obbligo? E lo smart working?

Il governo ha deciso anche fino quando prevedere il green pass base sul posto di lavoro per gli under 50 e il super green pass per gli over 50 interessati dall’obbligo vaccinale.

Green pass base per under e over 50 dal 1 al 30 aprile

Il Consiglio dei Ministri ha confermato fino al 30 aprile l’obbligo di green pass base per i lavoratori sotto i 50 anni, mentre per gli ultracinquantenni dal 1 aprile basterà il certificato verde  base (e non più super) per andare al lavoro.

Gli over 50 non rischieranno più la sospensione dal posto di lavoro, ma rimarrà la multa di 100 euro. Per quanto riguarda l’obbligo vaccinale, la misura è in vigore fino al 15 giugno per gli over 50, mentre viene prorogata fino al 31 dicembre 2022 per gli operatori sanitari e quelli delle Rsa.

Dal 1 aprile continua lo smart working semplificato

C’è una proroga dello smart working semplificato per i lavoratori privati, anche dopo la fine dello stato di emergenza del Covid del 31 marzo: dal 1 aprile al 30 giugno 2022 è possibile decidere il lavoro agile per i dipendenti, con la procedura più snella che non prevede la necessità di accordi individuali.

Mascherine al chiuso, quarantena e Dad

Dal 1 al 30 aprile non cambia alcunché per le regole sulle mascherine: resteranno tutte le norme in vigore fino a questo momento quindi nei luoghi al chiuso e dove c’è il rischio di assembramenti serve la mascherina. Obbligo di Ffp2 sui mezzi pubblici locali e a lunga percorrenza, al cinema, al teatro, negli stadi, ai concerti, nei palazzetti sportivi, sugli impianti di risalita. Dal 1 maggio, salvo novità, non ci sarà più l’obbligo di mascherina.

Dal 1 aprile cambia il quadro di norme sulla quarantena Covid, che non è più prevista per i contatti stretti dei contagiati, anche non vaccinati. Andrà però indossata la mascherina Ffp2 per 10 giorni. Solo chi è positivo dovrà stare in isolamento a casa. Quindi a scuola scompare la Dad per i contatti stretti, mentre gli studenti positivi potranno seguire le lezioni a distanza.

Per riassumere, cosa succede dal 1 aprile: le novità per green pass, lavoro under 50, negozi, hotel

Ecco cosa cambia dal 1 aprile 2022, secondo quanto deciso del Consiglio dei Ministri che il 17 aprile ha approvato il nuovo decreto Covid:

  • Stop al green pass – attività all’aperto (tavoli all’aperto di bar e ristoranti, sport all’aperto), hotel, negozi, centri commerciali, parrucchieri, estetisti, terme, banche, poste, musei, mostre, sagre, fiere, mezzi pubblici locali (bus, tram, metro, treni regionali)
  • Green pass base 1-30 aprile – mezzi di trasporto a lunga percorrenza (arei, navi, treni ad alta velocità), stadi, eventi sportivi all’aperto, spettacoli all’aperto concorsi pubblici, mense aziendali, visite in carcere, corsi di formazione, ristoranti e bar al chiuso
  • Super green pass fino al 30 aprile per cinema, teatri, spettacoli al chiuso, centri benessere al chiuso, palestre al chiuso, piscine al chiuso, sale gioco, convegni, feste al chiuso, discoteche, centri culturali, sociali  e ricreativi per le attività al chiuso
  • Green pass base al lavoro fino al 30 aprile per under e over 50
  • Obbligo vaccinale fino al 15 giugno per gli over 50; fino al 31 dicembre 2022 per gli operatori sanitari
  • Smart working semplificato – proroga fino al 30 giugno 2022
  • Mascherina – obbligo nei luoghi al chiuso; Ffp2 su mezzi di trasporto pubblici, a lunga percorrenza e locali, e in cinema, teatro, stadi, concerti, palazzetti sportivi, impianti di risalita.
  • Quarantena non è più prevista per chi – anche se non vaccinato – ha contatti stretti con un positivo. Resta l’isolamento per i positivi al virus
Pubblicità

Ultime notizie