martedì, 24 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Toscana zona arancione (ma non...

Toscana zona arancione (ma non rossa): le nuove regole e limitazioni

La Toscana è tra le regioni in zona arancione: cosa cambia e quali sono le nuove regole per l'emergenza Covid

-

Da oggi, mercoledì 11 novembre, scatta il “declassamento” della Toscana da regione in zona gialla a regione in zona arancione, mentre non è escluso che in futuro possa passare in zona rossa, se la situazione non migliorerà: cosa si può fare e quali sono le nuove regole e le ulteriori limitazioni anti Covid?

Zona arancione in Toscana: spostamenti tra regioni e comuni, cosa si può fare

Le regole della zona arancione prevedono forti limitazioni agli spostamenti, non solo tra regioni ma anche tra comuni. Nella zona arancione infatti è consentito spostarsi solo all’interno del proprio comune di residenza, sempre dalle 5 alle 22, nel rispetto del coprifuoco. Per spostarsi in questa fascia oraria all’interno del proprio Comune non c’è bisogno di motivare il proprio tragitto, altrimenti anche in Toscana va compilato il modulo di autocertificazione.

Toscana zona arancione: da quando scatta il lockdown “leggero”

Sugli spostamenti fuori dal proprio comune di residenza, nella zone arancione, non c’è comunque un divieto netto. Lo si può fare per motivi di lavoro, studio, salute e assoluta urgenza, oppure per svolgere attività o usufruire di servizi non disponibili nel proprio Comune. Nelle Faq del governo si fa l’esempio di andare all’ufficio postale o a fare la spesa in un punto vendita, se nel proprio comune non ce ne sono.

Toscana zona arancione: nelle nuove regole la chiusura di bar e ristoranti

Le regole della zona arancione, entrate in vigore anche in Toscana da mercoledì 11 novembre, prevedono poi la chiusura di bar, ristoranti, pizzerie, pasticcerie e tutte le attività di ristorazione. Potranno restare aperte, tra le 5 e le 22, ma solo per la vendita da asporto. La consegna a domicilio di prodotti alimentari invece è consentita senza limiti di orario. Non si può comunque restare all’interno dei locali per un tempo superiore a quello strettamente necessario a ritirare il cibo da asporto. Non è consentito consumarlo in prossimità dei locali stessi.

Zona arancione: fino a quando dura e per quanto tempo è in vigore

Confermata la chiusura dei centri commerciali nel weekend, ma all’interno di queste strutture possono restare aperti il sabato e la domenica i supermercati,  i negozi alimentari, le edicole,  tabaccai, le farmacie e parafarmacie. Non cambiano le regole per la scuola in Toscana: in zona arancione, come in quella gialla, le attività didattiche proseguono in presenza fino alla terza media. Alle superiori le attività si faranno a distanza.

Giani: “Toscana zona arancione? Non è partita di calcio”

“Impegniamoci tutti per fermare la diffusione del Covid-19: prima riusciremo a invertire la curva del contagio, prima potremo riprendere la normalità.”. Il presidente della Regione Eugenio Giani ha commentato così il passaggio della Toscana in zona arancio. “Solo se ognuno di noi farà la propria parte – ha scritto su Facebook il governatore – eviteremo le misure più restrittive della zona rossa”.

Ultime notizie

Quanti contagiati oggi in Italia: crescono casi e morti per coronavirus

I dati del 23 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Natale 2020, 10 idee regalo a km 0 da ordinare online

La guida de Il Reporter per scegliere i 10 regali a km zero da comprare online per il Natale 2020

Decreto Ristori ter, quando il testo definitivo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Nuove risorse per il contributo a fondo perduto in favore delle attività chiuse e buoni spesa per le famiglie in difficoltà: il testo del "decreto ristori ter" presto in Gazzetta Ufficiale

Cosa succederà dopo il 3 dicembre con il nuovo Dpcm di Natale

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco, impianti sciistici, apertura dei ristoranti la sera e feste in casa. Le ipotesi sul tavolo