sabato, 4 Febbraio 2023
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaToscana, il cambio di colore....

Toscana, il cambio di colore. Cosa si può fare in zona gialla: le regole

Via agli spostamenti tra comuni prima di Natale, riaprono bar e ristoranti, resta il coprifuoco. Cosa si può in Toscana quando la regione diventa zona gialla

-

- Pubblicità -

Ci sono novità. Quando entrerà in vigore il cambio di colore della Toscana, scatteranno le nuove regole: ecco cosa si può fare in zona gialla, dagli spostamenti fuori comune ai ristoranti e bar aperti fino al coprifuoco. Ma, attenzione: su queste norme influiranno anche le restrizioni che il governo sta decidendo a livello nazionale per il periodo di Natale, con un probabile lockdown dal 24 dicembre in poi. La Toscana passerà dalla zona arancione a quella gialla da domenica 20 dicembre, è ufficiale, lo ha annunciato il presidente della Regione Eugenio Giani.

Ma cosa cambia? La differenza tra zona gialla e zona arancione riguarda principalmente due aspetti: spostamenti fuori regione e tra comuni, mentre riaprono bar e  ristoranti. Vediamo allora cosa si può fare nella Toscana gialla.

Le regole per gli spostamenti tra regioni in zona gialla il 20 dicembre

- Pubblicità -

Per quanto riguarda gli spostamenti, quando la Toscana sarà in zona gialla si potrà uscire dalla regione, diretti in altre regioni gialle (ma solo per una manciata di ore), e anche uscire dal proprio comune di residenza o domicilio. Attenzione: dal 21 dicembre al 6 gennaio scatta a livello nazionale il blocco dei movimenti interregionali e la circolazione è consentita solo per motivi di lavoro, salute e necessità. La Toscana diventerà zona gialla il 20 dicembre e quindi  ci sarà tempo solo fino alle ore 22 di domenica per raggiungere un’altra regione gialla d’Italia: dopo quell’orario scatta infatti il coprifuoco e poi da lunedì il blocco.

Si può uscire dal comune se cambia il colore Covid

Cambiano inoltre le regole per gli spostamenti tra comuni: in zona gialla, a differenza di quella arancione, è possibile muoversi liberamente tra città diverse. Anche in questo caso c’è un “però”. Con il nuovo decreto di Natale il governo sta pensando a introdurre la zona rossa in tutta Italia nelle giornate che vanno dalla vigilia di Natale a domenica 27 dicembre, poi dal 31 dicembre a domenica 3 gennaio e infine il 5 e 6 gennaio. Allo studio una deroga per i piccoli comuni sotto i 5.000 abitanti per spostamenti nel raggio di 30 chilometri.

- Pubblicità -

Nelle altre date (28, 29 e 30 dicembre; 4 gennaio) invece è probabile che in tutta Italia scatti la zona arancione: se così fosse, in Toscana si potrà uscire dal comune solo il 20, 21, 22 e 23 dicembre. Poi bisognerà aspettare il 7 gennaio, sempre che la Toscana resti gialla.

Ristoranti e bar aperti ma resta il coprifuoco in Toscana, anche in zona gialla: le regole

In zona gialla i ristoranti e bar possono riaprire e quindi, con il cambio di colore per la Toscana, tornare a ospitare clienti domenica 20 dicembre per colazione, pranzo e merenda, ma sempre rispettando il limite massimo di 4 persone per tavolo e chiudendo alle ore 18. Un’apertura flash, perché sempre il nuovo decreto in via di definizione potrebbe mettere fuori gioco il pranzo di Natale al ristorante: bar, pasticcerie e servizi di ristorazione chiuderanno con tutta probabilità dal 24 dicembre al 6 gennaio compresi, restando attivi solo per il take away e le consegne a domicilio. Si attende il nuovo Dpcm per conoscere le date esatte.

- Pubblicità -

In Toscana resta poi il coprifuoco, confermato allo stesso orario anche in zona gialla: le regole prevedono il divieto agli spostamenti dalle ore 22 alle 5 del mattino (alcuni ministri premono per anticiparlo alle 20 con il nuovo decreto).

Palestre, musei, teatri, caccia e pesca

Sì quindi al caffè al bancone del bar, quando si è in zona gialla. Restano chiusi invece teatri, cinema, sale da concerto, discoteche, musei. Ancora chiuse palestre e piscine, per la riapertura bisognerà aspettare il prossimo anno. Insomma, anche in Toscana non ci saranno tante cose da fare in zona gialla, soprattutto nel campo dell’intrattenimento, e i centri commerciali non potranno stare aperti nei giorni festivi e prefestivi, come durante il weekend o la vigilia di Natale. Per quanto riguarda la caccia e la pesca in zona gialla si può uscire liberamente dal comune.

Toscana in zona gialla: cosa si può fare e cosa c’è di diverso con il cambio di colore

Riassumiamo quindi cosa si può fare in zona gialla, fascia in cui la Toscana tornerà con da domenica 20 dicembre grazie a un’ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza.

  • si può andare fuori comune: sono permessi gli spostamenti tra comuni (ma solo fino al 23 dicembre, compreso, se la bozza del nuovo decreto Natale sarà confermata)
  • si può uscire dalla regione e fare spostamenti verso altre regioni gialle, ma solo fino alle ore 22.00 di domenica 20 dicembre, perché da lunedì scatta il blocco ai movimenti interregionali in vigore fino al 6 gennaio
  • si può andare a pranzo al ristorante o al bar, che quando la Toscana sarà zona gialla potranno stare aperti dalle 5 alle 18 (non per cena). Chiusi nei giorni di zona rossa e arancione nazionale
  • si può uscire dalle 5 alle 22, perché anche zona gialla della Toscana resterà il coprifuoco. Divieto di uscire di casa nei giorni di zona rossa in tutta Italia
  • sì può andare a fare shopping nei negozi che sono tutti aperti, eccetto che nelle date di zona rossa nazionale (i parrucchieri possono restare aperti anche nei giorni “rossi”, i centri estetici no)

La Toscana è stata in zona gialla dallo scorso 6 novembre al 10 novembre, poi è finita in fascia arancione e dopo 4 giorni è stata retrocessa in area rossa.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -