Uno spettacolo dalla terrazza di San Miniato al Monte. Mille ospiti, mille candele accese sul sagrato,  concerti al tramonto e i fuochi d’artificio al calar della sera: così la chiesa “più alta” di Firenze continua a festeggiare i mille anni dalla sua fondazione.

Si tratta del Millennium Sunset Concert, iniziativa benefica andata in scena il 21 giugno 2018 . I fondi raccolti serviranno a realizzare una scultura che sarà donata alla comunità di San Miniato e prenderà posto nel complesso religioso. Sul palco si sono succeduti gli elementi di Orpheus Ensemble e dell’Orchestra La Filharmonie, diretta dal maestro Nima Keshavarzi, intervallati da momenti di narrazione teatrale a cura dell’attore Glauco Mauri e da performance di danza a cura di Kinesis Danza.

La musica ha ripercorso i 1000 anni dell’abbazia di San Miniato, a partire dal Medioevo, attraversando Rinascimento, Settecento e Ottocento fino ad arrivare ai nostri giorni, rappresentati da un componimento inedito per orchestra ideato da Ian Cecil Scott ed eseguito in prima assoluta: quattro movimenti ispirati agli elementi dell’universo (aria, acqua, terra, fuoco) e alle diverse culture del mondo. La serata è stata conclusa da un intervento di Padre Bernardo e da uno spettacolo pirotecnico, per la prima volta di fronte alla chiesa di San Miniato al Monte.

Guarda la gallery

https://ilreporter.it/i-fochi-di-san-miniato/