Scienzestate 201

Passeggiate matematiche, programmazione di robot, poesie dedicate alla luna e quiz per scoprire i pianeti. E’ ScienzEstate 2019 la manifestazione di divulgazione scientifica dell’Università di Firenze, organizzata da Openlab in programma dal 5 al 10 giugno in varie sedi dell’Ateneo e nel polo di Sesto Fiorentino.

Questa edizione è dedicata a “Dal genio di Leonardo allo sbarco sulla luna: le scoperte scientifiche e tecnologiche nel progresso dell’umanità”. Il programma infatti prende spunto dai 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, dalla ricorrenza dei 150 anni della Tavola Periodica e dei 50 anni dalla sbarco sulla Luna.

Il programma di ScienzEstate 2019

ScienzEstate 2019 si apre il 5 giugno (ore 15 – Aula Magna piazza San Marco, 4 a Firenze) con un workshop con gli interventi di Luigi Dei, Renato Fani, Guido Risaliti, Mario Rapaccini, Margherita Azzari.

Il 6 e il 7 giugno, dalle 18 alle 23, il Campus universitario di Sesto Fiorentino si apre a piccoli e grandi curiosi che vogliono sperimentare e toccare con mano la scienza. Nei laboratori di eccellenza cittadini di tutte le età potranno avvicinarsi attraverso giochi, visite guidate, lezioni o spettacoli alle più recenti scoperte scientifiche e tecnologiche.

Come passare il weekend a Firenze, 7-9 giugno

Poi il 10 giugno (ore 17.30 – Auditorium di Sant’Apollonia, via San Gallo 25 – Firenze) appuntamento con “Guarda che Luna! Ma ci siamo davvero andati?”. Paolo Attivissimo, giornalista scientifico, affronterà il tema delle presunte prove che mettono in dubbio le Missioni Apollo fra il 1969 e il 1972: sarà un racconto con immagini rare e filmati restaurati. All’incontro seguirà LunaticaMente, recitazione e lettura di testi poetici dedicati alla luna, a cura della Compagnia teatrale universitaria Binario di scambio.

Non solo in laboratorio, passeggiate e visite guidate

Ma ScienzEstate 2019 (qui il programma in dettaglio) prevede anche “passeggiate matematiche” nel centro storico di Firenze, la visita guidata alla mostra “Pier Antonio Micheli: dalle escursioni ai manoscritti” e le visite  al percorso leonardiano all’Orto Botanico. Le attività sono gratuite, alcune su prenotazione.