Quattro appuntamenti fissi che si “divideranno” i weekend di ogni mese, per animare piazza dei Ciompi, nel cuore del centro di Firenze, tra artigiani, libri, mercatini delle pulci e fiori. Il Comune ha messo a punto il programma annuale delle fiere promozionali.

Il calendario e le date dei mercatini in piazza dei Ciompi

Si parte, il primo sabato di ogni mese, con gli artigiani di “Artefacendo”, grazie alla collaborazione di Cna. I maestri del “fatto a mano” saranno al lavoro nella piazza: ci saranno ceramisti, intarsiatori ma anche tessitori di lana e artigiani specializzati nella fusione dell’argento.

Il secondo weekend del mese, sia sabato che domenica,  toccherà invece a “Creative Factory” organizzata dall’associazione Heyart con giovani creativi, riuso e laboratori ri-creativi per i più piccoli. Il terzo sabato del mese sarà la volta della fiera che mette insieme fiori e libri, promossa da Confartigianato Imprese Firenze: in piazza la fiera delle librerie indipendenti, che si è svolta in via sperimentale nei mesi scorsi, con presentazioni di libri e iniziative culturali.

Il mese di eventi si chiude nel quarto fine settimana, sabato e domenica, con un mercatino delle pulci molto particolare dedicato a fumetti, vinili e vintage, grazie alla fiera organizzata da Confesercenti Firenze insieme all’associazione culturale Fumetti e dintorni.

E il venerdì in piazza dei Ciompi ci sono anche i fiori

A questi appuntamenti del fine settimana si aggiunge un altro mercatino fisso: ogni venerdì mattina la piazza ospita la fiera promozionale di piante e fiori della Società toscana di Orticultura.

Festa piazza Ciompi

“Si porta così a compimento il progetto di rigenerazione urbana di piazza dei Ciompi che abbiamo riportato a disposizione della residenza e della cittadinanza – commenta l’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re – Una piazza per ritrovarsi, assistere alla presentazione di un libro, far partecipare i bambini a laboratori creativi su disegno, riuso e tanto altro; ma anche per ammirare la maestria che sta dietro al lavoro artigianale fiorentino, o coinvolgere gli appassionati di fumetti e vintage con un’offerta che mancava a Firenze su suolo pubblico, anche in abbinamento al mercato delle pulci di piazza Annigoni”.