sabato, 20 Agosto 2022
HomeSezioniSportIl Calenzano volley vince da...

Il Calenzano volley vince da grande

Calenzano Volley-M.I. Fatro Ozzano Vip

-

Pubblicità
Nella sua giornata meno ispirata, il Calenzano Volley guadagna il quarto successo in campionato ai danni della giovane compagine della M.I. Fatro Ozzano Vip, squadra attenta e arcigna in difesa, a tratti micidiale in attacco, ma che nei frangenti più delicati del match, si è sciolta sotto i colpi di capitan Marciano e compagne.
Le rossoblù si mostrano fin dalle prime battute, per quello che sono, l’ombra di loro stesse, subendo a più riprese gli attacchi delle sorelle Grasso, decisamente due ottimi elementi, abili nel tenere in scia l’Ozzano; dopo il secondo time out tecnico il Calenzano, nonostante tutto, vanta tre lunghezze di vantaggio grazie alle incursioni proficue di Calamai e Baroncelli (17-14); coach Benedetti richiama il sestetto ospite che al rientro, avvantaggiato dagli errori delle padrone di casa, torna in gara raggiungendole a quota 19; il fiato sul collo delle emiliane è il campanello d’allarme che scuote le rossoblù, è ancora Baroncelli a trafiggere la difesa avversaria e portare il Calenzano a più tre (22-19); le padrone di casa si rilassano di nuovo incassando il break di Zani e compagne, alle quali però tremano le gambe nel momento decisivo, regalando il set point prima e il punto decisivo poi, su errore al servizio di Capello (25-21).
Scrollata di dosso la paura, il gruppo di coach Frangioni parte bene nella seconda frazione allungando 6 a 3, nel pubblico sale la convinzione che il peggio sia passato e che finalmente in campo si possa vedere il Calenzano vero, niente di più sbagliato; Ozzano si rimbocca le maniche e tira fuori gli artigli, portandosi a meno uno; Marciano non ci sta e vince il duello rusticano con il muro avversario, si accomoda al servizio e rimette il game sul giusto binario, scaricando macigni sui ricettori avversari, al primo time-out istituzionale 8 a 5 il punteggio sul tabellone; da qui il buio cala sulla parte di campo occupata dalle padrone di casa, gli errori si susseguono, le bolognesi prendono coraggio e scappano a più sette (9-16); il Calenzano è irriconoscibile, Frangioni inserisce Bucaioni per Baroncelli, ma la difesa ospite continua a essere impenetrabile; il cielo si apre parzialmente sul 16 a 21, quando Pazzaglia e Marciano tornano a ruggire accendendo i propri tifosi e trascinando le rossoblù a meno due (19-21), purtroppo si tratta di un fuoco di paglia, l’attacco casalingo successivo esce a lato, è di nuovo blackout per le toscane; le emiliane ringraziano per altri due errori gratuiti e chiudono il set fermando Bucaioni a muro (21-25).
La terza frazione è un monologo ospite, il Calenzano dopo un inizio rinfrancante che lo vede a più tre al primo time-out tecnico, smarrisce la strada, non ritrovandola più; sul 10 a 14 coach Frangioni richiama Marciano per Bianchi, le rossoblù infliggono un break di tre punti tornando a meno uno, ma Ozzano scalcia ancora e scappa, questa volta in maniera decisiva; il muro eretto dalle emiliane è impenetrabile e respinge qualsiasi velleità di recupero calenzanese, si va sul 2 a 1 per le ospiti (18-25).
Lo spettro della seconda sconfitta aleggia sugli spalti della Mascagni, gli avvoltoi volteggiano sulla squadra di casa, ma quando la campana sta per suonare i tre rintocchi fatali, ecco che in Marciano e compagne, riemerge lo spirito guerriero che le ha contraddistinte fino a ora; Frangioni si riaffida al capitano e a Baroncelli, e il Calenzano cambia pelle, in vantaggio fin dall’inizio, ritrova le sue puntere e anche al centro finalmente arriva il momento di fare sul serio; Ozzano incassa e perde brillantezza in difesa, porgendo il fianco alle bande rossoblù; in pochi minuti le calenzanesi vantano sei lunghezze di anticipo sulle emiliane, a poco servono le correzioni in corsa di Benedetti che esaurisce i cambi in panchina, le toscane scappano e chiudono 25 a 16.
Finalmente il sorriso illumina i volti delle padrone di casa tornate a giocare una pallavolo piacevole ed efficace; le ospiti nonostante il colpo subito, non accennano alla resa, rendendo il tie-break vibrante e imprevedibile; il Calenzano parte avanti di due lunghezze, ma Ozzano risponde subito recuperando; le due squadre si rispondono punto su punto, l’attacco di Baroncelli porta i due sestetti al cambio di campo sul più due toscano e di nuovo le emiliane rimettono le sorti della gara in discussione, con un break di tre punti; latorcida rossoblù si scalda incitando le ragazze di Frangioni, per niente convinte di lasciare la vittoria in mano ospite; Ozzano mostra le insicurezze della sua giovane età e commette due errori banali, mandando ancora le calenzanesi al comando; alla Mascagni si trattiene il respiro, le emiliane raggiungono costantemente il pareggio, ma il Calenzano ha l’esperienza dalla sua parte; Calamai d’astuzia prima, Pazzaglia, chiudendo un “bove” poi, costruiscono l’uno-due decisivo (14-12); giusto il tempo di un errore al servizio, è la centrale pratese a ripagare la fiducia di Tofani, allungarsi in fast e beffare il muro avversario chiudendo i conti 15 a 13; il Calenzano vince soffrendo, come solo i grandi gruppi sanno fare!
 
Calenzano Volley – M.I. Fatro Ozzano Vip 3-2 (25-22; 21-25; 18-25; 25-16; 15-13)
Tabellini:
Calenzano Volley: Calamai 15, Marciano 19, Baroncelli 16, Tofani 5, Bianchi 1, Garbesi ne, Panerai G. 6, Bucaioni 1, Pazzaglia 11, Tonelli ne, Panerai E. L. All. Frangioni – Gori
Pubblicità

Ultime notizie