Ma i biancorossi hanno giocato bene. Dopo l’uno-due iniziale la squadrai Paolo Ghelardi si riorganizza ed il Giunti tiene in mano il gioco ma il possesso territoriale non si concretizza e la prima frazione si chiude senza ulteriori punti di nessuna delle contendenti.

Firenze rientra in campo consapevole che la gara può essere riaperta e mantiene la conduzione della partita riuscendo a realizzare due mete che la portano a condurre per 12 a 10.

A questo punto però, da un calcio stoppato che costa una touche contro il Firenze, seguono un cartellino giallo e una meta dei veneti, che in superiorità numerica fanno la differenza con i loro tre quarti, riuscendo ad aggiudicarsi il confronto.

Per l’allenatore Ghelardi niente da dire ai suoi ragazzi per l’impegno profuso in campo, rimane l’amarezza per la posizione in classifica ed un calendario che sta riducendo le possibilità di riagganciare almeno due contendenti.