giovedì, 20 Giugno 2024
- Pubblicità -
HomeBonusProroga per il Bonus TPL...

Proroga per il Bonus TPL di Firenze: come richiederlo

Studenti e nuovi abbonati possono acquistare l'abbonamento annuale del bus a 50 euro, mentre gli altri hanno uno sconto. Come funziona la nuova agevolazione del Comune di Firenze

-

- Pubblicità -

C’è ancora tempo per richiedere il “Bonus TPL” del Comune di Firenze, l’agevolazione che permette a studenti e nuovi abbonati di comprare l’abbonamento annuale ai trasporti pubblici (autobus, tramvia e treni cittadini) al prezzo di 50 euro oppure ricevere un contributo se non si è studenti e si era già abbonati. Il sostegno, per disincentivare l’uso dei mezzi privati, è partito ad agosto ed è stato prorogato fino al termine di ottobre.

Finora sono stati rilasciati oltre 12mila bonus di cui più di 5.800 a studenti. Con i fondi messi a disposizione, PON Metro e risorse comunali, Palazzo Vecchio conta di erogare in tutto 15.000 agevolazioni per studenti, 8.000 per nuovi abbonati e 20.000 per gli altri utenti.

- Pubblicità -

Abbonamento dell’autobus: a quanto ammonta il Bonus TPL di Firenze e a chi spetta

L’importo di questo “bonus trasporti” di Firenze per l’acquisto dell’abbonamento annuale di Autolinee Toscane, che permette di salire sugli autobus urbani, sulla tramvia  e ai treni che circolano sul territorio comunale, varia a seconda della tipologia di utente. Prima di tutto bisogna essere residenti a Firenze. L’abbonamento annuale costa solo 50 euro per i nuovi abbonati (ossia le persone non iscritte al portale At-bus o che non siano compresi nel profilo degli “abbonati storici”, vedi sotto) e per gli studenti nati tra il 1° gennaio 2005 e il 30 aprile 2010. Una sorta di “quota fedeltà”.

Non ci sono tetti Isee, ma se non si presenterà la DSU Isee la somma salirà a 110 euro. Il Bonus TPL durerà inizialmente per 6 mesi e sarà confermato agli utenti per altri 6 con la registrazione di 15 viaggi in bus o tramvia (vedi sotto). L’agevolazione messa in campo dal Comune di Firenze non potrà essere cumulata con altri contributi, ad esempio con il Bonus trasporti nazionale.

- Pubblicità -

Ci sono poi quelli che vengono definiti “abbonati storici“, ossia i cittadini (non studenti delle scuole secondarie) che negli ultimi 18 mesi hanno acquistato:

  • almeno 6 abbonamenti mensili (anche non consecutivi)
  • 2 abbonamenti trimestrali (anche non consecutivi)
  • un abbonamento trimestrale
  • 3 abbonamenti mensili (anche non consecutivi)
  • un abbonamento annuale

Per loro il Bonus TPL prevede uno sconto di 50 euro per comprare un abbonamento annuale ai trasporti pubblici locali di Firenze: quindi per questa tipologia di utenti l’abbonamento all’autobus e al tram costerà 292,80 euro (contro i 342,80 previsti dalle nuove tariffe) oppure 237,50 euro per la riduzione Isee (contro i 287,50 euro del prezzo pieno). In questo caso si potrà cumulare l’agevolazione con altri sostegni locali e nazionali.

- Pubblicità -

Come e quando richiedere il Bonus per comprare l’abbonamento dell’autobus di Firenze

È possibile fare domanda al Comune di Firenze del Bonus TPL dal 23 agosto e fino al 31 ottobre 2023 (sempre che i fondi non si esauriscano prima), come spiegato in rete civica. Per ottenere l’agevolazione è necessario scaricare l’App If – Infomobilità Firenze, registrarsi, entrare nella sezione “Party con noi”, inserire tutti i dati (codice fiscale, numero carta di identità, numero dichiarazione ISEE) e seguire la procedura.

Con questa proroga sarà possibile richiedere l’agevolazione sulla App IF fino al termine di ottobre 2023. Dopo aver concluso questo primo passo, l’utente avrà 15 giorni di tempo per comprare l’abbonamento annuale all’autobus sul sito di Autolinee Toscane (Firenze urbano). Lo sconto sarà visibile nel carrello dopo aver selezionato il titolo di viaggio.

La registrazione dei viaggi, per il “bonus trasporti locale”

Per i nuovi abbonati e gli studenti il Bonus TPL durerà 6 mesi e per rinnovarlo anche nei successivi 6 mesi bisognerà registrare sulla app IF con il proprio smartphone almeno 15 viaggi entro il 31 dicembre 2023, secondo quanto previsto dalla procedura (qui il pdf, con le spiegazioni).

“I numeri testimoniano come la nostra iniziativa, prima di questo genere lanciata da una grande città italiana, abbia colto nel segno – ha commentato il sindaco Dario Nardella –. Il nostro obiettivo è incentivare l’uso del trasporto pubblico – autobus, tramvia, treno nel tratto urbano – e contribuire alla riduzione del traffico e dell’inquinamento”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -