sabato, 17 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaIl 24 dicembre si può...

Il 24 dicembre si può uscire dal comune o no: le regole per gli spostamenti

Il nuovo decreto legge Covid ha modificato le regole del Dpcm di inizio mese con il blocco degli spostamenti tra comuni anche per la vigilia di Natale. Ci sono delle deroghe: quando si può uscire dal comune il 24 dicembre

-

Stop agli spostamenti tra comuni anche per la vigilia di Natale: il 24 dicembre 2020 non si può uscire dal proprio comune, perché il nuovo decreto legge Covid ha modificato le regole del Dpcm di inizio mese. Resta il coprifuoco alle 22, che impone di celebrare la messa di mezzanotte in anticipo. Sebbene il 24 dicembre sia un giorno lavorativo a tutti gli effetti è interessato dal lockdown perché l’ultimo provvedimento del governo fa scattare la zona rossa non solo nei giorni festivi, ma anche in quelli prefestivi dalla vigilia di Natale fino al 6 gennaio. C’è però qualche deroga.

Salva quindi solo l’anti-vigilia: il 23 dicembre si può uscire dal comune, rimanendo nel territorio della propria regione, eccezion fatta per l’Abruzzo, l’unica area d’Italia a non essere passata in zona gialla.

Dpcm e decreto legge Natale: spostamenti tra comuni il 24 dicembre 2020

A differenza del Dpcm di inizio mese, il decreto legge Covid del 18 dicembre ha incluso nei giorni del “blocco” la vigilia di Natale: quindi stando alle regole, il 24 dicembre 2020 non si può uscire dal comune e non ci si può spostare tra comuni vicini, anche se ci si trova in zona gialla. Non solo, le regole in questo giorno sono quelle della zona rossa quindi non si può uscire di casa se non per motivi di lavoro, salute e necessità.

Le stesse limitazioni valgono anche negli altri giorni festivi e prefestivi e quindi, oltre alla vigilia di Natale, anche il 25, 26, 27 e 31 dicembre; 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio. Negli altri giorni lavorativi non prefestivi tra il 24 dicembre e il 6 gennaio (ossia il 28, 29 e 30 dicembre e il 4 gennaio) è in vigore la zona arancione, ossia si può uscire di casa ma non sono consentiti gli spostamenti tra comuni.

Le deroghe: quando si può uscire dal proprio comune il 24, 25, 26 e 31 dicembre?

Ma allora quando posso uscire dal comune il 24 dicembre e negli altri giorni della zona rossa? Il nuovo decreto legge Covid prevede le solite 3 motivazioni più due deroghe. Gli spostamenti tra comuni sono consentiti per motivi di lavoro, salute e necessità (ma la cena della vigilia o il pranzo di Natale non sono inclusi in queste giustificazioni). C’è poi l’eccezione che consente gli spostamenti nei giorni festivi e prefestivi dal 24 dicembre al 6 gennaio (e quindi anche la vigilia di Natale), tra le ore 5 e le 22 a un massimo di 2 persone dirette in un’altra abitazione privata all’interno del proprio comune o nei comuni della propria regione. Dal calcolo sono esclusi i figli under 14 e i disabili.

In pratica questa deroga permette a pochi parenti, congiunti non conviventi e amici di fare visita ai propri affetti, se ci si sposta solo in due. L’altra deroga riguarda gli spostamenti dai piccoli comuni con meno di 5.000 abitanti, ma non sono consentiti i viaggi verso i comuni capoluogo di provincia. La raccomandazione del governo resta quella di limitare al massimo i contatti sociali e di indossare la mascherina e rispettare la distanza di un metro anche nelle case private.

Il 24 dicembre 2020 c’è il coprifuoco

Quindi pranzo di Natale con pochi intimi, mentre se si vorrà fare il cenone della vigilia (con pochi invitati) bisognerà anticipare molto l’orario: prima il Dpcm, poi il decreto legge Covid hanno confermato anche per il 24 dicembre e per tutte le feste il coprifuoco dalle ore 22 alle 5 del mattino . In questa fascia oraria si può uscire e circolare solo per motivi essenziali. Questo vale sia in zona gialla, sia in arancione.

Niente messa di mezzanotte, anche la tradizionale funzione religiosa della vigilia Natale sarà anticipata di qualche ora e spalmata su più appuntamenti per evitare assembramenti in chiesa. Attenzione poi il 24 dicembre i negozi di beni non essenziali sono chiusi, i parrucchieri invece possono restare aperti.

Ultime notizie