venerdì, 7 Ottobre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaBiglietto tramvia Firenze e abbonamento:...

Biglietto tramvia Firenze e abbonamento: costo e come acquistarli

I costi, gli abbonamenti, per chi è gratis, il biglietto sms, via app e online. Le risposte ai dubbi più comuni per chi vuole viaggiare sulla tramvia di Firenze con i nuovi biglietti di Autolinee Toscane

-

Pubblicità

Tanti mezzi un solo biglietto: per la tramvia di Firenze servono gli stessi biglietti di Autolinee Toscane che vengono utilizzati sulla rete degli autobus urbani dei capoluoghi della regione e questo vale anche per l’abbonamento mensile, annuale o per studenti. Grazie a un accordo raggiunto quando è nata la linea 1, per salire a bordo del tram a Firenze è necessario il normale biglietto, che dura 90 minuti e si può acquistare nelle rivendite, alle macchinette automatiche o anche con SMS da telefono cellulare o con app online. Dunque il ticket non è monotratta, ma orario: da quando viene convalidato a bordo dei mezzi è possibile viaggiare su tutti gli autobus urbani e sulle due linee della tramvia, per un’ora e mezzo. Ecco gli argomenti che affrontiamo in questa guida:

Biglietto e abbonamento per la tramvia di Firenze: i nuovi ticket di Autolinee Toscane

I biglietti e i carnet Ataf (l’azienda che fino al 31 ottobre 2021 gestiva il servizio di bus a Firenze) non sono più validi su bus e tramvia perché è cambiata la società di gestione del trasporto pubblico locale toscano: adesso i servizi su gomma urbani ed extraurbani in tutta la regione sono guidati da Autolinee Toscane, azienda del gruppo francese Ratp che gestisce pure il servizio tramviario fiorentino.

Pubblicità

Quindi anche per viaggiare a bordo della tramvia di Firenze, servono i biglietti di Autolinee Toscane, mentre se si è in possesso di un abbonamento annuale di Ataf ancora valido si può continuare a usarlo fino alla sua scadenza naturale.

Il costo degli biglietto del tram a Firenze (anche per l’aeroporto)

Non cambiano le tariffe. Anche con Autolinee Toscane il biglietto singolo “Urbano capoluogo”, che come detto a Firenze dura un’ora e mezzo, costa sempre 1,50 euro. In commercio resta la tessera da 10 biglietti: il prezzo di questo carnet è di 14 euro (1,40 euro a ticket). A bordo del tram invece non è valido il biglietto “Urbano maggiore” (1,20 euro) che è destinato al trasporto pubblico nelle città toscane che non sono capoluoghi di provincia.

Pubblicità

Va specificato che il costo del biglietto della tramvia da e per l’aeroporto di “Firenze Peretola” è sempre pari a 1 euro e 50 centesimi: all’inizio si era ipotizzato un sovrapprezzo per l’ultimo tratto della linea 2, ma finora il Comune ha deciso di lasciare ferma la tariffa. Va precisato che per la tramvia e per gli autobus, non esiste un biglietto giornaliero: i turisti possono però acquistare la Firenze card, che permette l’accesso ai musei e anche l’uso del trasporto pubblico (vedi più sotto).

Costo dell’abbonamento per la tramvia di Firenze: mensile, annuale, studenti o Unico metropolitano

Se al momento non esistono biglietti giornalieri o settimanali per tramvia e bus urbani, si può procedere invece all’acquisto dell’abbonamento mensile, annuale o per studenti, ecco il costo: per quello mensile si paga 35 euro, per tre mesi 94,50 euro, per l’abbonamento annuale 310 euro (gli studenti invece pagano 252 euro). Per la tramvia di Firenze e i bus dei capoluoghi di provincia l’abbonamento mensile per chi ha un reddito Isee fino a 36.151,98 euro costa 28 euro, quello trimestrale 76 euro, l’annuale 260 euro (200 euro l’abbonamento ISEE per gli studenti). Per fare un nuovo abbonamento con Autolinee Toscane bisogna registrarsi online sul sito www.at-bus.it e poi procedere all’acquisto online, alle rivendite, nelle biglietterie o sull’app ufficiale.

Pubblicità

Segnaliamo anche la possibilità di richiedere, fino al 31 dicembre 2022, il bonus trasporti, un voucher mensile di massimo 60 euro da usare per acquistare gli abbonamenti. Dal primo giugno 2019, grazie a una misura della Città metropolitana di Firenze, è disponibile inoltre il biglietto “Unico metropolitano che permette di viaggiare sui treni regionali, sui bus e sulla tramvia di Firenze nei territori comunali di Firenze, Calenzano, Campi Bisenzio, Fiesole, Lastra a Signa, Sesto Fiorentino e Signa. Si tratta di un abbonamento mensile del costo di 50 euro (41 euro la tariffa Isee).

Dove acquistare i biglietti per il tram di Firenze

Oltre alle 3.000 rivendite in tutta la Toscana, come bar, tabaccherie e supermercati (come 64 punti vendita Coop.fi), e alle 35 biglietterie di Autolinee Toscane, ogni fermata delle linee 1 e 2 della tramvia è dotata di macchinette automatiche per l’emissione del biglietto singolo, che permettono di pagare sia con monete sia con carte di credito e bancomat grazie alla tecnologia contactless. Non è prevista la vendita dei biglietti a bordo della tramvia fiorentina.

Acquisto Biglietto SMS app tramvia firenze onlineDa telefono cellulare: come fare il biglietto SMS per tramvia e autobus

C’è anche una possibilità comoda, a portata di telefono: per fare il biglietto via sms per la tramvia fiorentina e per gli autobus della città, il numero a cui mandare un messaggino con il proprio cellulare è il 4880105, scrivendo “FIRENZE”, anche con Autolinee Toscane. Il numero per il biglietto SMS è unico in tutta la regione: basta scrivere nel messaggino il nome della città in cui ci si trova (ad esempio “PISA” o “GROSSETO”).

Il servizio è attivo solo per i clienti Tim, Vodafone e Wind 3, non è previsto al momento per i vari operatori virtuali come ad esempio Ilad, Coopvoce, Fastweb, Postemobile e simili. Il costo del biglietto elettronico ricevuto via SMS, a Firenze valido 90 minuti, è un po’ più caro rispetto a quello ordinario: 1,80 euro.

Biglietti online per la tramvia di Firenze: app Tabnet

Con Autolinee Toscane arriva anche l’app Tabnet per comprare i biglietti della tramvia con un tocco: basta scaricare l’applicazione da Google Play o dall’app store per iPhone e selezionare la città di Firenze, pagando con carta di credito oppure facendo una ricarica nelle prevendite e nelle biglietterie ufficiali.

Il ticket via app costa 1,50 euro ed è possibile comprare anche il carnet da 10 corse oppure gli abbonamenti (in quest’ultimo caso è necessario registrarsi). Prima di salire a bordo è necessario attivare il biglietto acquistato via app. Una volta concluso il pagamento sull’applicazione, è possibile utilizzare il ticket entro 12 mesi.

Con la Firenze Card + i turisti viaggiano per 72 ore

Come detto non esiste un abbonamento settimanale o un biglietto giornaliero per la tramvia di Firenze. Per quanto riguarda i turisti che soggiornano in città per 2 o 3 giorni, la soluzione per spostarsi sulla tramvia e sui bus è la Firenze Card +: aggiungendo 7 euro alla Firenze Card base, che costa 85 euro, si possono usare in modo illimitato per 72 ore i mezzi pubblici cittadini, oltre ad avere diritto all’accesso a più di 50 musei, mostre incluse.

Le regole per bambini gratis, biciclette e cani a bordo del tram

Anche sulla tramvia fiorentina valgono le stesse regole dei bus: i bambini non pagano il biglietto viaggiando gratis se sono più bassi di un metro, ma non devono occupare un posto a sedere (un bambino per ogni adulto accompagnatore). Per gli altri c’è il normale ticket che costa 1,50 euro per 90 minuti.

Niente biglietto a bordo della tramvia di Firenze per i cani, a patto che siano con museruola e guinzaglio e nel numero massimo di uno per passeggero (il padrone, lui sì, deve essere minuto di un titolo di viaggio valido). Anche i gatti, come gli altri animali di affezione, viaggiano gratis e devono stare negli appositi trasportini.

Niente biglietto aggiuntivo per salire con la propria bici sulla tramvia di Firenze, basta quello del proprietario, spiega Gest, la società che gestisce il servizio. È possibile trasportare la bicicletta (non più lunga di 180 centimetri) nella carrozza di coda, fissandola con l’apposita cintura, ma solo in determinate fasce orarie: dal lunedì al sabato dalle 5 alle 7, dalle 10 alle 17 e dalle 20 a mezzanotte e mezzo; la domenica non sono previste restrizioni.

Pubblicità

Ultime notizie