Home Sezioni Cronaca & Politica Cosa si può fare senza green pass: serve al bar o per...

Cosa si può fare senza green pass: serve al bar o per mangiare fuori?

Dal take away ai negozi di beni essenziali: dove non serve il green pass, ecco cosa si può fare e dove non si può andare

green pass cosa si può fare senza mangiare fuori, asporto, bar, banca

Con l’ultimo decreto Covid è cambiato il quadro delle regole anti-contagio. Cosa si può fare quindi senza il super green pass e dove si può andare solo con il green pass base? Per chi non è vaccinato arrivano degli allentamenti a partire da aprile. Quindi se sono senza green pass cosa posso fare: posso andare al bar e al ristorante, mangiare fuori oppure all’aperto o ancora prendere cibo o un caffè al bancone? Facciamo chiarezza sulle norme e sul calendario delle restrizioni, con le risposte ai dubbi più comuni.

Mangiare fuori: posso andare al bar o al ristorante all’aperto senza green pass?

Dal 10 gennaio e fino al 31 marzo 2022 non si può mangiare fuori senza super green pass: bisogna essere vaccinati o guariti negli ultimi 6 mesi anche per sedersi ai tavoli all’aperto di un ristorante, di un caffè o di una pasticceria oppure per consumare in piedi al bancone del bar. Queste regole valgono inoltre all’interno delle attività ricettive, infatti pure negli alberghi è obbligatorio il certificato rafforzato.

In sostanza fino al 31 marzo i non vaccinati vengono esclusi dal mondo della ristorazione. Chi è senza green pass può prendere cibo, caffè e bevande da asporto, ma non consumarli all’aperto nei pressi del bar o del ristorante. Consentita anche la consegna a domicilio.

Dal 1° aprile 2022 cambiano le regole: senza green pass si potrà mangiare all’aperto o si potrà andare ai tavoli all’aperto del bar, mentre il certificato verde base servirà al chiuso fino al 30 aprile, anche per consumare al bancone. Ricordiamo che le regole sul green pass non valgono per i bambini che non hanno ancora compiuto 12 anni.

Ci vuole il green pass per andare dal parrucchiere e dall’estetista? E in palestra?

Dal 20 gennaio al 31 marzo non si può andare dal parrucchiere, dall’estetista e nei servizi alla persona senza green pass base. La lista comprende istituti di bellezza, servizi di manicure e pedicure, attività di tatuaggio e piercing, sartorie, lavanderie, tintorie, pompe funebri. Questo significa per farsi un taglio di capelli o un trattamento di bellezza è obbligatorio sottoporsi al tampone, se non si è vaccinati o guariti dal Covid. La durata non cambia: 48 ore per il tampone antigenico e 72 ore per il test molecolare. Dal 1° aprile si potrà andare dal parrucchiere, dall’estetista e negli altri servizi alla persona senza green pass.

Dal 1° al 30 aprile il super green pass resterò obbligatorio per palestre, piscine, centri benessere al chiuso. Senza questo certificato è possibile fare sport all’aperto. Fino al 31 marzo il certificato rafforzato è obbligatorio inoltre per feste di matrimonio, sagre, fiere, musei, hotel e mezzi pubblici locali.

Cosa si può fare senza green pass: andare al supermercato e in farmacia. E in banca?

Dal 1° febbraio 2022 il green pass base è diventato obbligatorio per gli uffici pubblici, gli sportelli delle Poste (anche per ritirare la pensione), le banche, i servizi finanziari, i negozi, i centri commerciali. Questo obbligo decadrà dal 1° aprile. Intanto, fino al 31 marzo, si può entrare senza green pass solo nelle seguenti attività, secondo quanto disposto dal Dpcm con la lista dei negozi di beni essenziali:

  • punti vendita alimentari, supermercati, ipermercati, discount (senza limiti sulla tipologia di merce che si può acquistare)
  • commercio al dettaglio di surgelati
  • negozi per animali
  • farmacie, parafarmacie, negozi specializzati di articoli medicali e ortopedici
  • ottici
  • negozi di articoli igienico-sanitari
  • benzinai
  • commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento

Inoltre non serve green pass per le attività commerciali all’aperto, come i chioschi delle edicole, o i mercati ambulanti (è obbligatorio invece per i ristoranti e i bar all’aperto, ma non per l’asporto).

Si può andare dal dentista senza green pass fino al 31 marzo?

La risposta è sì. Si può andare dal dentista, dal medico, entrare in ospedale come pazienti senza il green pass, in quanto le “esigenze di salute” vengono tutelate. Discorso diverso invece per gli accompagnatori e i visitatori delle strutture sanitarie, socio-sanitarie, hospice e Rsa: per loro è necessario il super green pass, inoltre se non si ha la terza dose è necessario il tampone negativo.

Per portare il proprio animale dal veterinario non serve il green pass, come non è obbligatorio negli uffici delle forze dell’ordine per presentare una denuncia o in tribunale se si è chiamati a testimoniare oppure se si è imputati in un processo.

Cosa posso fare senza green pass? Le regole in sintesi

Ecco le regole in breve, con il calendario dell’allentamento delle restrizioni.

Cosa si può fare senza green pass

  • recarsi a scuola, se si è studenti (elementari, medie, superiori)
  • prendere cibo o caffè da asporto al bar o al ristorante, senza green pass
  • andare a fare la spesa supermercato o nei negozi alimentari
  • frequentare un mercato all’aperto
  • andare in farmacia
  • entrare nei negozi di beni di prima necessità o che offrono servizi essenziali (qui l’elenco dettagliato)
  • prendere il giornale in un’edicola all’aperto
  • andare come pazienti da dentisti, medici, in ospedale e nelle strutture sanitarie
  • portare il proprio animale dal veterinario
  • allenarsi all’aperto in parchi pubblici e aree attrezzate
  • usufruire dei livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche nelle terme
  • salire su un taxi o noleggiare auto con conducente (fino a 9 posti)
  • andare negli uffici delle forze dell’ordine per presentare una denuncia

Cosa si può fare senza green pass dal 1° aprile 2022

  • dal 1° aprile si può mangiare ai tavoli all’aperto di bar e ristoranti senza green pass
  • dal 1° aprile non è richiesto il green pass per entrare in negozi, uffici pubblici, poste, banche, parrucchieri, musei, mostre, hotel
  • dal 1° aprile si può salire sui mezzi pubblici locali senza green pass (bus, tram, metro, treni regionali)
  • dal 1° aprile si può fare sport all’aperto senza green pass, mentre fino al 30 aprile serve il super green pass in palestre, piscine e centri benessere al chiuso
  • dal 1° aprile si può andare a fiere, sagre, parchi divertimento senza green pass

Dove si può andare con il green pass base (tampone)

  • posto di lavoro (ma è previsto l’obbligo vaccinale per sanitari, docenti e il personale di scuola e università, forze dell’ordine; dal 15 febbraio 2021 al 31 marzo 2022 per gli over 50 c’è l’obbligo di super green pass)
  • università, per gli studenti che vanno a lezione in presenza
  • concorsi pubblici
  • fino al 31 marzo parrucchieri, centri estetici e servizi alla persona
  • fino al 31 marzo negozi di beni non essenziali (es. abbigliamento, elettronica, tabaccheria, libreria ecc.)
  • dal 1° aprile ristoranti a bar nei tavoli al chiuso e al bancone
  • dal 1° aprile mense aziendali
  • dal 1° aprile mezzi di trasporto a lunga percorrenza (aerei, navi, treni)
  • dal 1° aprile stadi e spettacoli all’aperto

Dove serve il super green pass

  • trasporti a lunga percorrenza (green pass base dal 1° aprile)
  • mezzi pubblici locali (senza green pass dal 1° aprile)
  • alberghi e strutture ricettive (fino al 31 marzo)
  • luoghi di spettacolo come cinema, teatri, sale da concerto (dal 1° aprile senza green pass all’aperto)
  • feste e discoteche
  • stadi ed eventi sportivi (green pass base dal 1° aprile)
  • ristoranti e bar (dal 1° aprile green pass base al chiuso, senza all’aperto)
  • palestre e piscine (dal 1° aprile senza green pass all’aperto)
  • centri benessere (dal 1° aprile senza green pass all’aperto)
  • musei e mostre (senza green pass dal 1° aprile)
  • fiere e sagre (senza green pass dal 1° aprile)
  • convegni
  • parchi di divertimento (senza green pass dal 1° aprile)
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi (dal 1° aprile senza green pass all’aperto)
  • sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò

Per dubbi e chiarimenti consultare la pagina della FAQ pubblicata sul sito del governo.