Home Sezioni Lavoro & Economia Cashback: il portale reclami per le transazioni non registrate

Cashback: il portale reclami per le transazioni non registrate

Se i conti non tornano, rimane poco tempo per presentare ricorso alla Consap: gli utenti possono chiedere la verifica delle operazioni non registrate compilando un modulo online

cashback portale reclami consap come fare ricorso reclamo modulo

È giunto il momento tanto atteso, in questi giorni vengono accreditati i bonifici. Se il rimborso del cashback di giugno non fosse ancora arrivato, niente paura: c’è tempo fino al 31 agosto per il pagamento, mentre per fare “ricorso” in merito a transazioni non registrate o contabilizzate in modo inesatto è possibile compilare il modulo presente sul portale reclami del Cashback, gestito da Consap. È la concessionaria dei servizi pubblici e assicurativi, su incarico del Ministero dell’Economia, ad occuparsi del programma. È però essenziale capire subito se c’è qualcosa che non torna nei “conti” dell’app IO: se, scontrini alla mano, si riscontrassero inesattezze rispetto alle operazioni effettuate e al rimborso riconosciuto, il tempo a disposizione per fare un reclamo è poco.

Cashback, chi può fare reclamo per le transazioni non registrate ed entro quando

Per il periodo sperimentale dello scorso dicembre non è più possibile presentare ricorso, mentre per il primo semestre 2021 si è ancora in tempo, anche se siamo agli sgoccioli. Se agli utenti risultano transazioni non registrate, per cui avrebbero diritto a un rimborso maggiore per il cashback, è possibile collegarsi al portale reclami della Consap e presentare instanza online.

Attenzione al calendario, bisogna sbrigarsi. Per il cashback accumulato tra gennaio e giugno 2021 si può fare un reclamo fino al prossimo 29 agosto. Dopo questa data non sarà più possibile una verifica sul conteggio delle operazioni elettroniche valide, saldate con bancomat, carta di debito, di credito o prepagata. La concessionaria, per rispondere, avrà tempo 30 giorni dalla data di ricezione e, in caso il reclamo sia accolto, pagherà via bonifico ciò che spetta all’utente.

Come usare il portale reclami del cashback: il modulo online

Per fare un reclamo in merito a transazioni non registrate o contabilizzate in modo inesatto per il cashback 2021 si può procedere sul portale reclami di Consap, compilando un modulo online. Non vengono prese in considerazione comunicazioni prevenute attraverso canali differenti.

Per fare “ricorso” sul mancato rimborso di alcune transazione è necessario registrarsi sul portale (questo il link diretto) inserendo nome, cognome e mail. Dopodiché si potrà entrare sul sito usando la password temporanea ricevuta via mail, che dovrà essere modificata al primo accesso. Nel modulo online andranno specificati il codice fiscale, il motivo (mancata o inesatta contabilizzazione), il sistema utilizzato (l’App Io o quello delle carte convenzionate, il rimborso previsto dall’app Io e bisognerà descrivere la ragione del “ricorso”.

Ai reclami andrà poi allegata la copia degli scontrini POS delle transazioni non registrate o contabilizzate in modo inesatto per il cahsback. Per chi non ha la firma digitale è necessario allegare la copia di un documento di identità valido. In seguito, dall’area riservata si potrà visualizzare la copia dell’istanza presentata e lo stato di avanzamento della richiesta.

Il super cashback

I tempi sono diversi per quanto riguarda il pagamento del super cashaback da 1.500 euro riconosciuto ai 100.000 utenti che hanno fatto il numero maggiore di transazioni: la classifica definitiva sarà resa nota entro la fine di settembre e, in base a questa graduatoria, il premio verrà versato via bonifico entro il 30 novembre 2021. Per i reclami invece c’è tempo sempre fino al 29 agosto.

Ricordiamo che il cashback del periodo di luglio-dicembre 2021 è stato sospeso e, se non ci saranno ulteriori modifiche, il programma riprenderà a gennaio per concludersi a giugno 2022.