mercoledì, 20 Ottobre 2021
HomeSezioniLavoro & EconomiaCashback luglio 2021 sospeso: è...

Cashback luglio 2021 sospeso: è stato annullato nel secondo semestre

Le regole sui rimborsi, le transazioni valide e i tempi di pagamento: cosa cambia dal 1° luglio 2021 per il cashback di Stato

-

Il cashback tra luglio e dicembre 2021 è stato annullato: il programma di Stato per i pagamenti elettronici è stato sospeso nel secondo semestre dell’anno, secondo quanto deciso dal Consiglio dei Ministri, che il 30 giugno ha approvato un nuovo decreto legge Draghi. Lo stop è arrivato proprio nel giorno di chiusura del primo periodo del cashback 2021, quello tra gennaio e giugno.

Sospeso il cashback di luglio-dicembre 2021: stop dal 30 giugno, poi sarà annullato del tutto?

Nonostante i malumori del Movimento 5 Stelle, il governo ha deciso che il cashback di Stato sarà sospeso dal 30 giugno per 6 mesi: niente rimborsi nel secondo semestre del 2021, poi si deciderà cosa fare per l’ultimo periodo previsto dal progetto, compreso tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2022, forse verranno limate le regole attuali, forse sarà annullato del tutto il programma.

Con la sospensione della misura-simbolo del governo Conte, l’esecutivo Draghi vuole risparmiare oltre 1 miliardo e mezzo di euro. I fondi recuperati con lo stop al cashback per un semestre andranno in favore della riforma degli ammortizzatori sociali, si legge nel comunicato ufficiale di Palazzo Chigi. Ancora non ci sono novità invece su un’altra misura legata ai pagamenti elettronici, la lotteria degli scontrini, che come il cashback di luglio-dicembre 2021 è finita al centro della discussione nei mesi scorsi per un possibile stop.

Il pagamento del cashback di Stato per giugno non sarà annullato

Con lo stop dal 1 luglio, il 30 giugno è stato l’ultimo giorno del cashback di Stato 2021: chi tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2021 ha accumulato 50 transazioni valide otterrà indietro il  rimborso del 10% di quello che ha speso con le carte elettroniche nei negozi, fino a un massimo di 150 euro. Secondo i dati dall’app IO sono quasi 5,9 milioni gli italiani che hanno raggiunto questo traguardo nel primo semestre.

Dal 1 luglio viene sospeso il programma, ma sarà non sarà annullato il rimborso del cashback di Stato che “scade” il 30 giugno:  i soldi arriveranno via bonifico, sul conto corrente inserito sull’app IO, entro il 30 novembre 2021. Inoltre, se si rientrerà tra le 100.000 persone che hanno fatto il numero maggiore di transazioni in un semestre, si otterrà anche il super cashback da 1.500 euro.

Le regole in sintesi per il rimborso, come funziona

Ecco quindi in sintesi come funziona il cashback per il primo semestre 2021, per le transazioni fatte entro il 30 giugno:

  • si ottiene il 10% di rimborso per gli acquisti nei negozi fisici pagati con carte elettroniche di pagamento. Non vale per gli acquisti online
  • il rimborso massimo per il cashback del primo semestre è di 150 euro
  • non c’è importo minimo di spesa, mentre per ogni scontrino il rimborso massimo è di 15 euro
  • per ottenere il rimborso è necessario raggiungere almeno 50 transazioni valide
  • il super cashback da 1.500 viene riconosciuto alle 100.000 persone che entro il 30 giugno 2021 hanno effettuato il numero maggiore di transazioni valide
  • qui i dettagli su quando viene pagato il cashback di giugno 2021
  • Slittano i pagamenti del rimborso del cashback, che sarà accreditato entro il 30 novembre e non più entro fine agosto

Ultime notizie