mercoledì, 15 Luglio 2020
Home Cosa fare a Firenze Cosa fare a Firenze: gli...

Cosa fare a Firenze: gli eventi del ponte del 2 giugno

Il ritorno dei primi mercatini, la "rivincita" della mostra dei fiori e i tanti musei che riaprono, alcuni anche gratis. Cosa non perdere questo fine settimana in città (con distanza di sicurezza e mascherina)

-

Il primo vero “ponte” per la ripartenza Firenze: non solo negozi e qualche ristorante, tra il weekend del 31 maggio e il ponte del 2 giugno 2020 tornano a spalancare i battenti molti musei e splendidi giardini da visitare gratis, mentre spuntano di nuovo gli eventi, con piccoli mercatini e fiere (distanziate).

Non si può parlare di ritorno alla normalità, visto che le regole anti-contagio restano, ma la città risulta un po’ meno desolata rispetto a quanto visto durante questa emergenza sanitaria per il coronavirus. Sul fronte del meteo, tutto sommato, non sembra che andrà male con un ponte per la Festa della Republica caratterizzato a Firenze da qualche innocua nuvola di passaggio secondo il bollettino del Lamma.

Ecco allora cosa fare a Firenze nel weekend del 31 maggio, oltre che durante il ponte del 2 giugno. Ovviamente la parola d’ordine è buonsenso: evitare assembramenti, mantenere sempre la distanza di almeno un metro dalle altre persone e portare sempre con sé la mascherina.

Mostra dei fiori 2020 nel giardino dell’Orticoltura di Firenze fino al 2 giugno

È uno degli eventi simbolo della primavera a Firenze: non è stato possibile organizzarlo a fine aprile e allora la Società Toscana di Orticultura ha deciso di rinnovare l’appuntamento per un altro ponte, quello della Festa della Repubblica. Dal 30 maggio al 2 giugno 2020 si svolge l’edizione straordinaria della mostra mercato primaverile di piante e fiori organizzata nel giardino dell’Orticoltura di Firenze (ingresso da via Vittorio Emanuele II e da via Bolognese) con 60 espositori del mondo del vivaismo.

L’ingresso è libero, ma gli accessi sono contingentati per le regole anti-coronavirus. Orario 8.00 – 20.00, mascherina obbligatoria.

Viste gratis alla Basilica di Santa Croce

Sul fronte dell’arte, fiorentini e non, potranno entrare di nuovo nella Basilica di Santa Croce, la cui riapertura è fissata sabato 30 maggio: sarà possibile visitarla gratis fino al 24 giugno ogni sabato dalle ore 11.00 alle 17.00,  domenica dalle ore 11.00 alle 18.00 e anche il 2 giugno sempre dalle 11.00 alle 17.00.

Possono entrare al massimo 150 persone, necessaria la prenotazione online. A disposizione dei visitatori anche un’app gratuita da scaricare sul cellulare, una guida a portata di dito. Lo stesso giorno riaprono anche il Museo Galileo e la mostra digitale “Inside Magritte” nell’ex Chiesa di Santo Stefano al Ponte (orario 10.00-18.00 per tutto il ponte del 2 giugno).

Ponte del 2 giugno, gli eventi: a Firenze riaprono i musei

L’arte si risveglia a Firenze pure durante il ponte del 2 giugno con altri musei e parchi che riaprono al pubblico: dopo Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli, per la Festa della Repubblica torna visitabile il giardino di Villa Bardini, gratis per i residenti a Firenze, Arezzo e Grosseto (qui gli orari), il 1° giugno riaprono invece il giardino (orario 8.00-19.00) e il museo Stibbert (per quest’ultimo prezzo speciale dei biglietti 6 euro intero, 4 euro per i bambini fino ai 12 anni).

Sempre il 2 giugno anteprima per 3 musei civici: spalancano le porte, dalle 14.00 alle 19.00, Palazzo Vecchio, il Museo Bardini e il Museo Novecento. Non è possibile comprare i biglietti alla cassa, la prenotazione online è obbligatoria. Bisognerà aspettare invece il 3 giugno per la ripartenza degli Uffizi. Infine per la Festa della Repubblica riaprono la Galleria dell’Accademia (dove il biglietto intero scende da 12 a 8 euro), il Museo di Palazzo Davanzati e le Cappelle Medicee. Fuori Firenze è ancora chiuso il parco mediceo di Pratolino (Villa Demidoff).

Qui l’elenco dettagliato dei musei di Firenze aperti dopo il lockdown.

Eventi a Firenze, riaprono le mostre: Tomás Saraceno a Palazzo Strozzi

Uno degli eventi da non perdere a Firenze durante il ponte del 2 giugno è la riapertura, negli spazi di Palazzo Strozzi, della mostra “Aria” dedicata a Tomás Saraceno, architetto e artista contemporaneo. Dopo una partenza non proprio fortunata (visto che dopo poco è scattato il lockdown), la monografica torna visitabile da lunedì 1° giugno.

I nuovi orari: tutti i giorni dalle 14.00 alle 20.00 e il giovedì dalle 14.00 alle 23.00. Prenotazione consigliata dei biglietti sul sito di Palazzo Strozzi (sono stati eliminati i diritti di prevendita).

Riapre anche la mostra “Inside Magritte” nella chiesa di Santo Stefano al Ponte dopo la lunga chiusura imposta dal lockdown. Una monografica digitale e multisensoriale dedicata a René Magritte, le cui opere sono proiettate ad alta definizione sulle pareti della chiesa. Orario continuato dalle 10 alle 18 con accessi contingentati a 50 persone per volta.

Ripartono gli eventi alla Manifattura Tabacchi di Firenze: La Meraviglia

Con il ponte del 2 giugno riapre al pubblico l’ex Manifattura di Tabacchi di Firenze: a inaugurare il nuovo calendario di eventi la mostra “La Meraviglia” dedicata al secondo capitolo del progetto triennale delle residenze d’artista. Dal 1° al 28 giugno si possono vedere le opere di 6 artisti contemporanei: Davide D’Amelio, Anna Dormio, Bekhbaatar Enkhtur, Esma Ilter, Giulia Poppi e Negar Sh.

Le visite sono previste dal lunedì al venerdì su prenotazione, sabato, domenica e festivi dalle ore 10.00 alle 20.00 (apertura straordinaria il 2 giugno). Ingresso gratuito. Più informazioni nel nostro articolo dedicato alla mostra “La Meraviglia”.

Ultime notizie

Mascherina, obbligo a luglio: dove usarla e quando si può togliere

Al chiuso e all'aperto, per fare la spesa o in palestra: cosa dicono le regole sulle mascherine, contenute nell'ultimo dpcm

Cosa si può fare dal 14 luglio, nuovo dpcm: misure e divieti anti-coronavirus

Firmato il nuovo decreto. Dalla mascherina alle regole in auto, treno e aereo, fino alla chiusura delle discoteche: tutte le novità previste dal testo

Dpcm, 14 luglio 2020: il testo in pdf del nuovo decreto coronavirus

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale, e in vigore dal 15 luglio, il provvedimento del premier Conte che conferma le misure contro il Covid-19

Anno scolastico 2020 – 21: quando inizia la scuola nelle regioni italiane

I primi a Bolzano, gli ultimi in Puglia. Le regioni approvano la data di inizio dell'anno scolastico 2020 - 21: ecco il calendario