martedì, 19 Gennaio 2021
Home Cosa fare a Firenze Cosa fare a Firenze: gli...

Cosa fare a Firenze: gli eventi del ponte del 2 giugno

Il ritorno dei primi mercatini, la "rivincita" della mostra dei fiori e i tanti musei che riaprono, alcuni anche gratis. Cosa non perdere questo fine settimana in città (con distanza di sicurezza e mascherina)

-

Il primo vero “ponte” per la ripartenza Firenze: non solo negozi e qualche ristorante, tra il weekend del 31 maggio e il ponte del 2 giugno 2020 tornano a spalancare i battenti molti musei e splendidi giardini da visitare gratis, mentre spuntano di nuovo gli eventi, con piccoli mercatini e fiere (distanziate).

Non si può parlare di ritorno alla normalità, visto che le regole anti-contagio restano, ma la città risulta un po’ meno desolata rispetto a quanto visto durante questa emergenza sanitaria per il coronavirus. Sul fronte del meteo, tutto sommato, non sembra che andrà male con un ponte per la Festa della Republica caratterizzato a Firenze da qualche innocua nuvola di passaggio secondo il bollettino del Lamma.

Ecco allora cosa fare a Firenze nel weekend del 31 maggio, oltre che durante il ponte del 2 giugno. Ovviamente la parola d’ordine è buonsenso: evitare assembramenti, mantenere sempre la distanza di almeno un metro dalle altre persone e portare sempre con sé la mascherina.

Mostra dei fiori 2020 nel giardino dell’Orticoltura di Firenze fino al 2 giugno

È uno degli eventi simbolo della primavera a Firenze: non è stato possibile organizzarlo a fine aprile e allora la Società Toscana di Orticultura ha deciso di rinnovare l’appuntamento per un altro ponte, quello della Festa della Repubblica. Dal 30 maggio al 2 giugno 2020 si svolge l’edizione straordinaria della mostra mercato primaverile di piante e fiori organizzata nel giardino dell’Orticoltura di Firenze (ingresso da via Vittorio Emanuele II e da via Bolognese) con 60 espositori del mondo del vivaismo.

L’ingresso è libero, ma gli accessi sono contingentati per le regole anti-coronavirus. Orario 8.00 – 20.00, mascherina obbligatoria.

Viste gratis alla Basilica di Santa Croce

Sul fronte dell’arte, fiorentini e non, potranno entrare di nuovo nella Basilica di Santa Croce, la cui riapertura è fissata sabato 30 maggio: sarà possibile visitarla gratis fino al 24 giugno ogni sabato dalle ore 11.00 alle 17.00,  domenica dalle ore 11.00 alle 18.00 e anche il 2 giugno sempre dalle 11.00 alle 17.00.

Possono entrare al massimo 150 persone, necessaria la prenotazione online. A disposizione dei visitatori anche un’app gratuita da scaricare sul cellulare, una guida a portata di dito. Lo stesso giorno riaprono anche il Museo Galileo e la mostra digitale “Inside Magritte” nell’ex Chiesa di Santo Stefano al Ponte (orario 10.00-18.00 per tutto il ponte del 2 giugno).

Ponte del 2 giugno, gli eventi: a Firenze riaprono i musei

L’arte si risveglia a Firenze pure durante il ponte del 2 giugno con altri musei e parchi che riaprono al pubblico: dopo Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli, per la Festa della Repubblica torna visitabile il giardino di Villa Bardini, gratis per i residenti a Firenze, Arezzo e Grosseto (qui gli orari), il 1° giugno riaprono invece il giardino (orario 8.00-19.00) e il museo Stibbert (per quest’ultimo prezzo speciale dei biglietti 6 euro intero, 4 euro per i bambini fino ai 12 anni).

Sempre il 2 giugno anteprima per 3 musei civici: spalancano le porte, dalle 14.00 alle 19.00, Palazzo Vecchio, il Museo Bardini e il Museo Novecento. Non è possibile comprare i biglietti alla cassa, la prenotazione online è obbligatoria. Bisognerà aspettare invece il 3 giugno per la ripartenza degli Uffizi. Infine per la Festa della Repubblica riaprono la Galleria dell’Accademia (dove il biglietto intero scende da 12 a 8 euro), il Museo di Palazzo Davanzati e le Cappelle Medicee. Fuori Firenze è ancora chiuso il parco mediceo di Pratolino (Villa Demidoff).

Qui l’elenco dettagliato dei musei di Firenze aperti dopo il lockdown.

Eventi a Firenze, riaprono le mostre: Tomás Saraceno a Palazzo Strozzi

Uno degli eventi da non perdere a Firenze durante il ponte del 2 giugno è la riapertura, negli spazi di Palazzo Strozzi, della mostra “Aria” dedicata a Tomás Saraceno, architetto e artista contemporaneo. Dopo una partenza non proprio fortunata (visto che dopo poco è scattato il lockdown), la monografica torna visitabile da lunedì 1° giugno.

I nuovi orari: tutti i giorni dalle 14.00 alle 20.00 e il giovedì dalle 14.00 alle 23.00. Prenotazione consigliata dei biglietti sul sito di Palazzo Strozzi (sono stati eliminati i diritti di prevendita).

Riapre anche la mostra “Inside Magritte” nella chiesa di Santo Stefano al Ponte dopo la lunga chiusura imposta dal lockdown. Una monografica digitale e multisensoriale dedicata a René Magritte, le cui opere sono proiettate ad alta definizione sulle pareti della chiesa. Orario continuato dalle 10 alle 18 con accessi contingentati a 50 persone per volta.

Ripartono gli eventi alla Manifattura Tabacchi di Firenze: La Meraviglia

Con il ponte del 2 giugno riapre al pubblico l’ex Manifattura di Tabacchi di Firenze: a inaugurare il nuovo calendario di eventi la mostra “La Meraviglia” dedicata al secondo capitolo del progetto triennale delle residenze d’artista. Dal 1° al 28 giugno si possono vedere le opere di 6 artisti contemporanei: Davide D’Amelio, Anna Dormio, Bekhbaatar Enkhtur, Esma Ilter, Giulia Poppi e Negar Sh.

Le visite sono previste dal lunedì al venerdì su prenotazione, sabato, domenica e festivi dalle ore 10.00 alle 20.00 (apertura straordinaria il 2 giugno). Ingresso gratuito. Più informazioni nel nostro articolo dedicato alla mostra “La Meraviglia”.

Ultime notizie

Musei di Firenze aperti (anche gratis): nuovi orari 2021, dagli Uffizi a Boboli

L'apertura dei musei di Firenze dopo lo stop per il Covid: i nuovi orari per la zona gialla e tutti i luoghi d'arte aperti, dalle Gallerie degli Uffizi ai musei civici

In zona gialla si può uscire dal comune, non dalla regione: le regole

Sì agli spostamenti fuori comune, ma non si può uscire dalla regione: le regole per la zona gialla e le eccezioni per gli spostamenti verso le seconde case e per andare a fare visita a parenti, fidanzati e amici

A che ora parla Conte al Senato e quando è il voto di fiducia: la diretta

Conte parla due volte al Senato, poi il voto: a che ora si saprà se il governo avrà avuto la fiducia e tutti gli orari per seguire in diretta tv e streaming questa lunga giornata

Henry Moore, a Firenze 50 anni dopo. Il ricordo di Antonio Natali

Era il 1972, per la prima volta il Forte Belvedere ospitava una grande mostra d’arte contemporanea. Oggi le opere del celebre artista inglese tornano in città: “Ma non siamo cambiati per niente”. Il racconto dell’ex direttore degli Uffizi