sabato, 31 Luglio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaZona rossa in Toscana, regole:...

Zona rossa in Toscana, regole: cosa si può fare e cosa cambia per le scuole

Cosa comporta il passaggio dall'arancione al rosso? Ecco tutte le regole della zona rossa toscana: cosa si può fare e cosa no, dalle scuole fino allo sport

-

È ufficiale, la Toscana diventa zona rossa: da lunedì 29 marzo 2021 cambiano le regole, scattano nuove restrizioni e divieti, cambia tutto per scuole e negozi, ecco cosa si può fare e cosa cambia rispetto alla fascia arancione.

La differenza tra zona arancione e rossa: cosa cambia per gli spostamenti

A differenza di quanto succede in fascia arancione, nella zona rossa sono vietati gli spostamenti non solo fuori dal Comune di residenza o domicilio ma anche all’interno dei confini comunali. Cosa si può fare? Uscire di casa per comprovati motivi di lavoro, salute e di necessità, da giustificare con l’autocertificazione (qui il modello in pdf editabile).

In zona rossa non è possibile vedere amici, parenti o fidanzati non conviventi all’aperto o al chiuso. C’è però una deroga per il sabato Santo, Pasqua e Pasquetta: solo il 3, 4 e 5 aprile è possibile andare una volta al giorno a trovare congiunti o conoscenti in un’altra abitazione privata all’interno della regione, in massimo 2 persone e fuori dall’orario del coprifuoco. Quindi dalle ore 5 alle 22. Dal conteggio delle due persone sono esclusi eventuali figli minori di 14 anni e disabili o non autosufficienti conviventi. Qui invece le regole per andare verso le seconde case nella zona rossa toscana.

Scuole aperte in Toscana dal 7 aprile, chiuse le superiori

Dal 7 aprile cambiano le regole sulle scuole in zona rossa, con la riapertura di asili, materne, scuola elementare e prima media. Didattica a distanza invece per le scuole superiori e per gli alunni della seconda e terza media. A stabilire questo cambio di passo è il nuovo decreto del governo Draghi per il mese di aprile.

Le regole della zona rossa toscana: i negozi aperti e quelli chiusi (compresi i parrucchieri)

Niente cambia per bar e ristoranti toscani che restano chiusi al pubblico: anche in zona rossa è consentito solo l’asporto fino alle ore 22 (fino alle 18 i bar). In più il passaggio della Toscana in zona rossa comporta la chiusura di tutte le attività commerciali non essenziali: stop per negozi di abbigliamento e di scarpe, per i centri estetici ma anche i parrucchieri sono chiusi nella zona rossa Toscana, per effetto delle regole dell’ultimo Dpcm.

In zona rossa inoltre i centri commerciali sono chiusi, ma al loro interno possono restare aperte le attività di beni di prima necessità come supermercati, alimentari, farmacie, tabacchi, edicole, librerie, lavanderie e fiorai.

Sport e attività motoria in Toscana: cosa si può fare in zona rossa e le restrizioni

Con il passaggio da zona arancione a rossa, cambiano anche le regole per lo sport e l’attività motoria in Toscana: ecco cosa si può fare e cosa comporta questo cambio di colore per l’emergenza Covid. Rimangono chiuse le palestre, ma si fermano anche i centri e circoli sportivi all’aperto dove si svolgeva l’attività sportiva di base.

Si restringono le maglie per l’attività motoria: si può uscire per fare una camminata o una passeggiata solo vicino alla propria abitazione e mantenendo la distanza di un metro dalle altre persone. In zona rossa l’attività sportiva più intensa rimane consentita solo all’aperto e in forma individuale: ad esempio si può andare a correre, ma da soli e non in gruppo, e mantenendo la distanza di almeno 2 metri dagli altri. Si può uscire anche per portar fuori il cane a fare una passeggiata e i “bisognini”, a patto che non ci si allontani troppo.

Cosa si può fare nella zona rossa toscana, tutte le regole in sintesi

Ecco quindi in modo schematico le principali regole della zona rossa, che in Toscana inizia lunedì 29 marzo:

Sul sito del governo le risposte ai dubbi più comuni.

Ultime notizie