sabato, 28 Novembre 2020
Home Sezioni Lavoro & Economia Decreto rilancio, cosa prevede: tutti...

Decreto rilancio, cosa prevede: tutti i bonus, dalle auto a quello del 110%

-

Con l’approvazione in Senato si è concluso l’iter di conversione in legge, ora si attende la firma del presidente della Repubblica e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Il testo del decreto rilancio, con tutti i suoi bonus per il 2020 e il 2021, è stato modificato dal Parlamento in molti punti e prevede novità per varie misure economiche anti-coronavirus, dal super eco-bonus ristrutturazione al 110 per cento, agli incentivi rottamazione auto – cosa molto attesa dal settore – , fino ai fondi in più per il bonus bici. Conferma poi per gli aiuti dell’Inps in favore di chi usufruisce di baby sitter e centri estivi.

Si tratta di un maxi documento con oltre 260 articoli per 230 pagine, in cui non è facile destreggiarsi. Ecco quindi un’utile guida, articolo per articolo, a tutti i bonus previsti dal decreto rilancio 2020 per capire cosa prevede il provvedimento dopo le modifiche delle misure alla Camera e al Senato.

Articolo 44 – bonus auto 2020, gli incentivi rottamazione del decreto rilancio

Con la conversione in legge del decreto rilancio, vengono ampliati gli incentivi auto legati alla rottamazione delle vecchia macchina: dal 1° agosto al 31 dicembre 2020 il bonus è riconosciuto sia a chi compra vetture elettriche (full electric) o ibride, sia per chi sceglie Euro 6 a benzina o diesel con emissioni ridotte.

Si parte da un minimo di 1.750 di sconto, tra incentivi statali e agevolazioni del concessionario, per chi acquista un modello Euro 6 senza rottamare la vecchia auto usata, per arrivare a un massimo di 10.000 euro riconosciuti per automobili totalmente elettriche. Cosa prevede in dettaglio il decreto rilancio per il bonus auto?  In questo articolo i dettagli sugli incentivi.

Articolo 72 – bonus baby sitter Inps e centri estivi, proroga congedi parentali ad agosto

Non ci sono cambiamenti per l’estensione del bonus baby sitter che è salito da 600 a 1.200 euro (da 1.000 a 2.000 euro per il personale sanitario) da usare non solo per la tata o i nonni che accudiscono bambini e ragazzi sotto i 12 anni, ma anche per i centri estivi.

La conversione in legge del decreto rilancio introduce invece novità per i congedi parentali con la proroga di un mese in più, fino al 31 agosto 2020: sono 30 i giorni di congedo retribuiti al 50% che possono essere richiesti da chi ha figli fino ai 12 anni. Non ci sono nuove notizie per i permessi della legge 104 per luglio e agosto.

Il bonus matrimonio 2021 è stato approvato e inserito nel decreto rilancio?

Articolo 84 – decreto rilancio, bonus da 600 a 1000 euro per partite Iva

Confermato anche per il bonus riconosciuto dall’Inps in favore di partite IVA, lavoratori stagionali e in somministrazione per il settore del turismo e co. co. co. (collaborazioni coordinate e continuative): l’indennità Covid di maggio si è alzata da 600 a 1.000 euro, esclusi al momento i professionisti delle casse private.

Articolo 119 – Ecobonus al 110 per cento, cosa prevede il decreto rilancio

Tra tutti i bonus previsti nel testo definitivo del decreto rilancio, approvato da Camera e Senato, arrivano novità per l’ecobonus al 110 per cento per chi è impegnato nella ristrutturazione di casa. La maxi detrazione riguarda lavori di efficienza energetica (ad esempio cappotto termico e sostituzione della caldaia) e interventi per rendere gli edifici più sicuri in caso di terremoto (sisma bonus).

L’ecobonus al 110 per cento è stato esteso a tutte le seconde case, ad esclusione degli immobili di lusso (ville, castelli) e al Terzo Settore. Si abbassano i tetti di spesa per i lavori di efficienza energetica.

Decreto rilancio, legge 77/2020: in Gazzetta ufficiale il testo definitivo (pdf)

Articolo 176  – Bonus vacanze

Nessuna modifica invece per il bonus vacanze, che tra tutti gli interventi del decreto rilancio sembra essere uno tra i più apprezzati, anche se le strutture aderenti sono poche.

Ecco in sintesi cosa prevede il testo dell’articolo 176 del decreto rilancio: la famiglia deve avere un Isee inferiore ai 40.000 euro e lo sconto può arrivare fino a 500 euro (in base al numero dei componenti del nucleo familiare), l’80% da usare subito e il 20% come detrazione fiscale nella dichiarazione dei redditi del prossimo anno. E’ possibile richiedere il bonus vacanze con l’app IO (qui i dettagli).

Articolo 182 – Tutti i bonus del decreto rilancio: musei e viaggi gratis per studenti

Ufficialmente non è un “bonus”, ma un’agevolazione pensata per favorire il turismo culturale di tutti gli studenti universitari, introdotta in sede di conversione in legge del decreto rilancio, che prevede per chi frequenta i corsi degli atenei italiani la possibilità di viaggiare in treno e visitare musei gratis per un mese.

Le regole per usufruirne saranno stabilite entro metà settembre con un decreto attuativo del Ministero dei Trasporti e il bonus per gli studenti universitari potrà essere usato entro il 31 dicembre 2020.

Articolo 229 – Bonus bici e mobilità

Mentre si attende l’app web per richiedere il bonus bici 2020 (detto anche “buono mobilità”), il testo del decreto rilancio approvato in modo definitivo aumenta i fondi a disposizione, per evitare l’eventualità di un click day: arrivano 70 milioni.

Questa misura permette di ricevere fino a 500 euro di sconto sull’acquisto di bici (convenzionali o elettriche, anche usate), hand bike, monopattini, hoverboard e segway.

Bonus affitti e sanificazione: tutti i bonus confermati con la conversione in legge decreto rilancio

Ok di Camera e Senato anche ad altre misure già previste nel decreto rilancio in favore delle imprese come il bonus affitti per aziende e negozi con un credito di imposta che va dal 30 al 60% per 3 mesi del 2020, taglio delle bollette e bonus sanificazione per le spese di pulizia degli ambienti di lavoro e per l’acquisto di mascherine e dispositivi di protezione.

Non solo bonus nel testo del decreto rilancio: proroga dello smart working, fino a quando?

Il decreto rilancio approvato dalle Camere prevede infine novità per i dipendenti in smart working: il lavoro agile potrà continuare fino al 31 dicembre 2020, per il 50% del personale della pubblica amministrazione, e per i lavoratori privati, in particolare quelli con figli under 14 e per le persone più a rischio contagio (articolo 90 e 263). Dal 2021 per la PA arriverà poi il piano operativo del lavoro agile, che porterà la percentuale di chi potrà lavorare da casa fino al 60%, in base alle decisioni dei singoli dirigenti.

Ultime notizie

Decreto ristori quater: quando esce il testo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

In arrivo il quarto provvedimento con i ristori per le attività danneggiate dal Covid: il testo del decreto sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale nel giro di pochi giorni

Quanti contagiati oggi in Italia: salgono i guariti, restano altissimi i decessi

I dati del 27 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

“Il guardiano dei coccodrilli” di Katrine Engberg, la recensione

Un libro dallo stile frizzante ed ironico che ci farà calare nelle atmosfere di Copenaghen sin dalle prime pagine e i cui personaggi, alla fine, ci mancheranno

Elenco scrutatori Firenze: come fare domanda al Comune e il compenso

Requisiti, compenso, regole e moduli: la domanda per far parte dell'albo degli scrutatori del Comune di Firenze deve essere presentata per tempo. E la scadenza è vicina